Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Un sold-out dopo l’altro in attesa di Belotti

Olimpico pieno per la nona volta consecutiva

Mourinho lo ha definito “il nostro Scudetto”, l’amore viscerale per la propria squadra che ha portato oltre 60mila spettatori all’Olimpico per la serata di presentazione con lo Shakhtar. Un sold-out che non fa più notizia, ma che alimenta un filone incredibile di presenze allo stadio quando in campo ci sono i giallorossi. Lunedì (giorno feriale) alle 18.30 all’Olimpico arriva la Cremonese e non ci sarà un seggiolino vuoto. E la gara seguente? Il copione non cambia, altro sold-out per Roma-Monza, il secondo impegno casalingo dei giallorossi. Senza dimenticarsi che si parte dalle 36mila tessere staccate durante la campagna abbonamenti. Effetto Dybala- Wijnaldum, direte?

Tutt’altro, la campagna abbonamenti si è chiusa il 15 luglio, ben cinque giorni prima dell’ufficialità della Joya in giallorosso. C’è un dato ancor più incredibile: oltre 16000 tifosi hanno aderito agli abbonamenti per le coppe (ottavo di Coppa Italia e le tre gare interne del girone di Europa League). Il tutto ignorando chi sarà l’avversario di turno. Il sorteggio dell’Europa League avverrà il 26 agosto, agli ottavi arriverà la vincente di Spal-Genoa. Entusiasmo e numeri da record, mentre i tifosi attendono Belotti. Lo scrive La Repubblica.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa