Resta in contatto

Conferenze stampa

Zaniolo: “Sono più maturo e voglio vincere altri trofei. Mercato? Film della stampa” (VIDEO)

La conferenza stampa del numero 22 giallorosso


Alla vigilia della sfida di Europa League contro l’Helsinki, Nicolò Zaniolo ha parlato alla stampa in occasione della consueta conferenza stampa pre-match. Ecco le sue parole:

Mourinho ha detto che hai cercato di fare tutto per rientrare. Che momento stai vivendo?

“Non è mai bello stare fuori. L’ho vissuto come un’ingiustizia perché con la spalla puoi allenarti e fare tutto. Io mi sono sentito di andare ad Empoli per la squadra e per il mister”.

Cambiano le tue prospettive alla Roma: hai voglia di fare un percorso lungo?

“Estate particolare non l’ho vissuta. Sono abituato ogni anno a sentire che devo andare di qua o di là ma resto sempre. Sono più film che si fanno la stampa. Per il contratto abbiamo ancora un anno e mezzo per poterne parlare. Questo non è il momento giusto perché sono focalizzato al cento per cento sul campo”.

Come ti senti ora?

“Come ho detto nella passate interviste, gli infortuni mi hanno fatto crescere come uomo e come atleta. Mi sento uno Zaniolo più maturo. Bisogna vincere la partita con  l’Helsinki”

Con l’arrivo di Dybala ti sei spostato da destra a sinistra. Cosa cambia giocare con il piede forte?

“Non cambia più di tanto. I compiti sono più o meno simili rispetto all’anno scorso. Devo attaccare di più la profondità per allungare la squadra. Tra le righe con Dybala e Pellegrini possiamo fargli male”.

Quanto è importante Mourinho per la tua crescita?

“Il mister lo devo ringraziare perché è sempre stato disposto a darmi una mano e una seconda possibilità. E’ un grandissimo allenatore e una grandissima persona”.

Sei al quinto anno a Roma: come vedi la squadra e che ambizioni hai?

“Siamo una squadra forte che ogni anno aggiunge un tassello. Possiamo dire la nostra in ogni competizione. Ho avuto la fortuna di vincere un trofeo qua a Roma e voglio vincerne ancora”.

Hai giocato contro la Finlandia nella Nazionale giovanile: che ricordi hai?

“Avevamo disputato un grandissimo Europeo con l’Under 19. C’erano ventiquattro ore di sole e non riuscivo a dormire. Era un gruppo importante e tanti giocatori ora stanno in A. Solo ricordi positivi”

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Conferenze stampa