Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho-Pellegrini: nemici per la pelle

I due si sono già incontrati 15 volte con 8 successi dello Special One. Giovedì il nuovo faccia a faccia in Europa League

Giovedì si affronteranno allo Stadio Olimpico la Roma di José Mourinho e il Betis di Manuel Pellegrini. I due allenatori si sono già incontrati 15 volte e per il momento comanda lo Special One con 8 successi, mentre sono 4 le vittorie in favore del cileno, oltre a 3 pareggi.

Il loro destino si incrocia il 28 maggio del 2010: il portoghese ha da poco vinto il Triplete, mentre l’attuale allenatore del Betis, all’epoca alla guida del Real Madrid, terminò con zero titoli. Il presidente dei Blancos, Florentino Perez, decise quindi di esonerare Pellegrini e scelse come nuovo tecnico proprio Mourinho.

Successivamente iniziano i conflitti tra i due. L'”ingegnere” va al Malaga e nel 2011 lo Special One afferma: “Non farò mai come lui, non andrò ad allenare una squadra come il Malaga”. Successivamente il cileno lo criticò perché a lui non piacciono gli allenatori ossessionati dal risultato e accusò il Chelsea di aver speso una gran quantità di denaro. “Pellegrini è un grande allenatore e un ingegnere. Penso che sia in grado di fare due conti e verificare che abbiamo chiuso il mercato in attivo”, la replica di Mourinho. Appuntamento a giovedì per un nuovo faccia a faccia tra i due nemici.

Si legge su Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa