Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Roma-Betis 1-2: Paulo la luce, beffa spagnola nel finale

La Roma esce sconfitta con il Betis

RUI PATRICIO 6

Alcuni buoni interventi, può far poco sul tiro di Rodriguez. Prova ad arrivare sulla palomba di Luiz Henrique ma non ci riesce.

Trigoria

MANCINI  6,5

Capitano di serata, ringhia sulle caviglie dei giocatori del Betis su ogni singolo pallone.

SMALLING  6,5

Gioca spesso di anticipo, pulito in ogni giocata difensiva.

IBANEZ  6,5

Attento dietro, straripante quando mette il turbo e parte con il pallone incollato ai piedi.

CELIK  SV

La sua partita dura 5 minuti. Speriamo di rivederlo presto in campo…

CRISTANTE  5,5

Offre copertura e cerca di dare ordine. Si divora una grande occasione nel secondo tempo.

MATIC 5,5

Partita ordinaria, lento ad uscire su Rodriguez in occasione del gol del Betis.

ZALEWSKI  6

Prima a sinistra, poi a destra. Corre e lotta in ogni zona del campo.

Zaniolo

ZANIOLO 4

Corsa e polmoni sono assicurati, quando gli si chiede però di incidere la mira si ferma sulla traversa. Nel finale la follia senza senso.

DYBALA 7

Apertura d’esterno, un rigore realizzato con freddezza e un tiro al volo di una bellezza indescrivibile. Arte pura in movimento. Ma stasera non basta.

ABRAHAM  5,5

L’impegno non manca, ma del giocatore decisivo della passata stagione ancora non c’é traccia.

SPINAZZOLA  5

Entra a freddo, dopo l’infortunio di Celik. Va a strappi: alcuni godibili, altri imprecisi. Si perde Luiz Henrique sul pallone più pesante della serata.

BELOTTI 6

Ingresso in campo generoso.

CAMARA  6

Polmoni da mettere al servizio della squadra.

MOURINHO  6

La sua Roma gioca con coraggio e meglio degli spagnoli. Ma due episodi lo condannano ad un ko molto pesante ai fini della classifica del girone.

 

66 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

66 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma