Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Bacheca del Tifoso

Ilary Blasi, parla il suo investigatore privato: “Mi ha incaricato di seguire Totti con Gps e camera a infrarossi”

Parla l’investigatore privato di Ilary Blasi: “Francesco secondo me è ancora innamorato della moglie”. Le sue dichiarazioni

La telenovela della separazione tra Francesco Totti ed Ilary Blasi continua ad andare avanti. A parlare questa volta è Ezio Denti, ovvero l’agente investigativo incaricato dalla nota conduttrice della tv italiana per seguire Totti, al settimanale “Nuovo“. Di seguito le sue dichiarazioni.

Nel caso di Ilary sono stati spesi 75mila euro. – ha spiegato l’investigatore – Un costo giustificato dal tipo di strumentazione sofisticata utilizzata: Gps, camere a infrarossi, auto e moto civetta, droni e soprattutto ore e ore di lavoro“. Poi smentisce ciò che Totti aveva dichiarato al Corriere della Sera, ovvero che siano state piazzate delle cimici nell’auto dell’ex capitano giallorosso: “Non è assolutamente possibile – ha chiarito Denti -. Le cimici possono essere posizionate soltanto dalla Polizia giudiziaria e su mandato di un magistrato. Come investigatori noi possiamo invece installare i Gps sulle auto, all’esterno, così possiamo seguire gli spostamenti di un marito presunto fedifrago. E così è stato per Totti“.

Successivamente l’investigatore ha svelato un retroscena: “Sul cellulare della moglie lui ha visto un messaggio che diceva: “Sono arrivato, ti aspetto in albergo“. Ebbene, quel messaggio era mio, relativo al nostro incontro in cui Ilary mi ha ingaggiato”. Denti conclude facendo una sua considerazione: “Nel caso di Totti io mi sento di dire che lui è ancora innamorato della moglie. Penso che abbia intrecciato un’altra relazione perché sentiva che ormai con Ilary si era rotto qualcosa“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Bacheca del Tifoso