Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Roma-Napoli 0-1: il lampo di Osimhen acceca l’Olimpico

Helsinki-Roma dove vedere in tv streaming

La Roma batte la Sampdoria e aspetta il Napoli all’Olimpico

RUI PATRICIO 6

Provvidenziale l’intervento su Ndombele (concesso il penalty, poi revocato dal VAR). Grande intervento su Lozano nella ripresa. Resta immobile davanti al fulmine di Osimhen.

Trigoria

MANCINI  6,5

Lotta su ogni centimetro del campo. Gara da leader, annullato Kvara nella sua zona.

SMALLING  5,5

La sua partita va oltre il 7. Ma tenta l’anticipo su Osimhen ed è sanguinoso, perché la sassata del nigeriano decide la gara.

IBANEZ  6,5

Sa della presenza in tribuna degli osservatori del Brasile. Mostra il volto dell’Ibanez che conosciamo.

KARSDORP  6,5

Il cliente, sulla carta, presentava materiale da incubi notturni. Se la cava egregiamente con Kvara.

CRISTANTE  6

Partita dura, prova a dare ordine cercando spesso la profondità.

CAMARA  6,5

Combatte, corre e sradica palloni agli avversari. Impatto importante sul match.

SPINAZZOLA  5

Sembra quasi non averne. Non punta mai l’uomo e manca di coraggio in fase di possesso.

PELLEGRINI  6

Gara di sacrificio per il capitano giallorosso. C’è tanto da correre, prova a servire i compagni.

Zaniolo

ZANIOLO 6

Devastante negli spazi, manca la cattiveria sotto porta. Copione già visto, ma gara positiva sotto il punti di vista dell’impegno.

ABRAHAM  5

Corre, s’impegna e ci prova in tutti i modi, ma non riesce mai a rendersi pericoloso.

BELOTTI 5,5

Entra ma non incide.

MATIC SV

Entra nel finale.

VINA  SV

Entra nel finale.

EL SHAARAWY  SV

Entra nel finale.

MOURINHO  6

Il piano gara aveva funzionato, l’aggressività a tutto campo aveva sgonfiato lo strapotere del Napoli. Ma con zero tiri in porta non si può sognare.

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma