Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Le borse di Ilary sono un giallo: restituite da Totti o ritrovate nella Spa di casa?

Continua il giallo tra Totti e Ilary. La showgirl avrebbe scovato il “bottino” forzando una porta misteriosamente chiusa a chiave.

Totti e Ilary continuano a far discutere. Al momento l’argomento più dibattuto sono le borse della showgirl, che l’ex capitano della Roma, come da lui stesso dichiarato al Corriere della Sera, le aveva nascosto “sperando in uno scambio” con gli altrettanto celebri Rolex di cui si era impossessata lei svuotandogli le cassette di sicurezza.

LA NOVITÀ

Qualche giorno fa era parso che le borse firmatissime di Ilary fossero state restituite. La notizia era stata vissuta come un’apertura verso l’ormai ex moglie, ma adesso è spuntata una nuova versione: secondo FqMagazine i preziosissimi accessori griffati Chanel, Dior, Gucci e Hermes sarebbero sempre rimasti nella gigantesca casa dove vivono ancora entrambi, pur accedendovi da ingressi separati. Sarebbe stata Ilary a ritrovare il “bottino” la Spa. Dopo aver trovato la porta chiusa a chiave, la Blasi ha deciso di farla forzare da un fabbro e all’interno ecco le sue borse. Ne parleranno il prossimo 11 novembre, data della seconda udienza del processo con cui lei sta cercando di avere da lui quanto le spetta. E viceversa. Lo scrive Gazzetta.it.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa