Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, oggi Dybala col gruppo. Ma il rientro rimane un mistero

La Joya verso il rientro in ottica Mondiale

Magari non sarà un caso conclamato, perché l’infortunio rimediato calciando un rigore contro il Lecce lo scorso 9 ottobre è reale, mail disappunto di Mourinho sulla gestione del recupero di Dybala è sembrato evidente mercoledì sera a Reggio Emilia. Il tecnico ha lasciato chiaramente intendere come né lui e in parte nemmeno la Roma abbiano avuto troppa voce in capitolo sul recupero dell’argentino e sul suo possibile utilizzo per il match contro il Torino domenica, l’ultimo prima della sosta.

Certo che abbiamo bisogno di lui, se potessi scegliere lo vorrei col Torino ma non lo so se Paulo ci sarà”. Poi il passaggio in cui chiama in causa il rapporto diretto tra Dybala e la federazione argentina, passando sopra la testa di Mourinho stesso e della Roma. “Non so il contenuto dei suoi messaggi con la federazione argentina, con il suo allenatore Scaloni, non so se debba giocare domenica per andare in Qatar o se invece, non giocando, è più sicuro di andare. È ovvio però che i giocatori che vanno al Mondiale in questa settimana, soprattutto nell’ultima partita, avranno la testa più di là che di qua“.

Ieri la squadra non si è allenata e Dybala, che negli ultimi giorni ha aumentato i carichi di lavoro, oggi dovrebbe tornare a lavorare con il gruppo e quindi, teoricamente, a disposizione per la gara col Torino. Scaloni, che si trova già in Qatar con il suo staff, lo sta aspettando e per questo ha rimandato di alcuni giorni le convocazioni definitive. Nei prossimi giorni è previsto un contatto telefonico tra il c.t. e l’attaccante giallorosso, in cui si farà un punto della situazione. La sensazione è che alla fine l’ex juventino farà parte della lista dei convocati. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa