Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Roma, caccia al difensore ma Pirola è da scartare: la situazione

Lorenzo Pirola, accostato alla Roma nei giorni scorsi, ha una valutazione da 8-10 milioni ed è improbabile che si sposti a gennaio

La Roma ha un’esigenza chiara in vista del mercato di gennaio: trovare le risorse o il modo per ingaggiare un nuovo difensore centrale. Lo scorso anno sbarcò nell’emisfero giallorosso Diego Llorente, rivelatosi un colpo azzeccato, considerato che come a gennaio, anche in questa stagione lo spagnolo gioca per la Roma in prestito (dal Leeds).

All’epoca la necessità era quella di trovare un quinto difensore da affiancare al terzetto titolare composto da Smalling, Mancini e Ibanez, oltre a Kumbulla apparso spesso in difficoltà nelle poche occasioni concesse da Mou. Oggi lo scenario è ancora più grave: Smalling è un vero e proprio mistero, Kumbulla nel frattempo si è rotto il crociato e sta gradualmente tornando al 100% della condizione ma non sarà mai pronto per essere titolare nelle prossime settimane e soprattutto Evan Ndicka partirà per la Coppa d’Africa.

Il conto è presto fatto: dai primi di gennaio Mourinho avrà a disposizione Mancini, Llorente e Cristante come adattato. Ecco perchè Tiago Pinto, nonostante i limiti legati al transfer balance e al piano di rientro stipulato con l’UEFA, domenica scorsa ha fatto da eco alle dichiarazioni del tecnico sulla ‘finestrella’ aperta sul mercato invernale in chiave difensore centrale.

La formula è sempre la stessa: un prestito con diritto di riscatto, a meno che nel frattempo la dirigenza giallorossa non riesca a vendere qualcuno. Ecco perchè tra le ipotesi ventilate in questi giorni, un nome che può essere quasi certamente depennato dalla lista giallorossa appare quello di Lorenzo Pirola della Salernitana. Il giovane centrale classe 2002 è stato acquistato dalla formazione campana per 5 milioni di euro la scorsa estate ed è attualmente un titolare anche sotto egida di Pippo Inzaghi. La sua valutazione si aggira intorno agli 8-10 milioni.

E’ un profilo giovane, fisicamente e tecnicamente interessante, italiano, che la Roma potrebbe anche prendere in considerazione ma non c’è nessuna possibilità che si sposti in prestito a gennaio, considerata anche la classifica deficitaria della Salernitana. Nessun contatto c’è mai stato tra le due dirigenze (i rapporti sono più che amichevoli visto che De Sanctis e Lo Schiavo hanno collaborato con la Roma e con Pinto fino ad un paio d’anni fa). Si tratta probabilmente più di un tentativo dei suoi agenti: Pirola appartiene alla scuderia di Riso, che spesso e volentieri ha avuto modo di confrontarsi con Pinto sul mercato (è l’agente di Frattesi, ma anche di Cristante e Mancini), ed è stato proposto ma finora senza raccogliere alcun tipo di assenso dalla dirigenza romanista. A giugno, forse, se ne riparlerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Buone notizie per la Roma: i giallorossi dovranno pagare 250mila euro in meno alla Juventus...
Adriano Galliani, in rappresentanza del Monza, ha chiuso ad eventuali trattative in corso per Di...
Spunta anche Nicolas Burdisso come potenziale nuovo direttore sportivo della Roma...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...
Si affrontano due nazioni di grande tradizione, anche se negli ultimi anni il parco giocatori...
E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...