Sito appartenente al Network

Virtus Entella, le voci dei protagonisti. Nizzetto: “Meraviglioso l’Olimpico “, Paroni: “Emozione straordinaria”

Le voci dei protagonisti della squadra ligure dopo la sfida con la Roma

Al termine della sfida di Coppa Italia, persa 4-0 all’Olimpico contro la Roma, il centrocampista e capitano, Luca Nizzetto, ha parlato alla tv ufficiale della Virtus Entella.

Grande emozione scendere da capitano all’Olimpico contro la Roma alla quale al primo tempo avete creato qualche problema.
È un orgoglio giocare contro una squadra come la Roma in uno stadio meraviglioso come questo, con i tifosi venuti numerosi nonostante fosse una partita di Coppa Italia contro una squadra di Serie C. Nel primo tempo peccato per aver subito quel gol dopo 25 secondi: ci tenevamo a iniziare il match bene e concentrati. Però abbiamo reagito e credo che alla fine meritavamo anche il gol sulla punizione di Mirko dove il portiere è stato bravissimo. I 4 gol sono la differenza che c’è tra una squadra come la Roma e una squadra come la nostra, ma credo che abbiamo provato a fare quello che facciamo di solito, ma chiaramente si è visto il divario tecnico e fisico tra le due formazioni“.

Il gol che ha disturbato di più quello che subito alla fine del primo tempo?
Sapevamo che le difficoltà erano tante e chiaramente andare negli spogliatoi sull’1-0 sarebbe stata un’altra cosa, però credo che la differenza tra le due squadre si sarebbe vista uguale. Penso che stasera sia stato una bellissima emozione per tutti e adesso testa alle due trasferte di campionato in Sardegna“.

Un pensiero ai tifosi che vi ha accompagnato per tutta la partita.
Spero che siano orgogliosi di noi perché abbiamo dato tutto quello che potevamo dare. È bello vedere tanta gente a cui poter regalare una gioia, ma spero di regalarne altre, magari una grande finale. Il mio augurio è di vedere un pubblico così anche nelle partite che giochiamo in casa“.

Ha parlato al canale ufficiale del club ligure anche il portiere Andrea Paroni.

Al di là del risultato una grandissima emozione e soprattutto una grande gioia trovarsi al cospetto di una squadra del genere.
Quando sono sceso in campo prima della partita ho visto emozione in tutti i miei compagni. Emozione che però volevamo mascherare durante la partita. Prendere gol subito così non fa parte del nostro gioco. Nel primo tempo abbiamo espresso anche un buon calcio e abbiamo cercato di ribattere colpo su colpo la Roma, però certamente abbiamo subito dei gol in momenti del match troppo determinanti, al di là del fatto che i nostri avversari hanno avuto il controllo della gara“.

Il gol che ha dato più fastidio è stato quello subito allo scadere del primo tempo?
Assolutamente sì. Tutti potevamo fare qualcosa in più perché magari si poteva calciare il pallone fuori. È comunque esperienza che abbiamo fatto e che ci porteremo dietro per il proseguo del campionato“.

C’è soddisfazione di essere venuti qui a giocare a viso aperto contro una squadra dai valori tecnici indiscutibili?
Siamo venuti qui a Roma e abbiamo provato a giocare con quelle che sono le nostre caratteristiche. Penso che nel primo tempo si sia vista questa voglia di attaccare la profondità e di andarli a prendere alti e cercare di limitare le loro giocate. È stata un’emozione straordinaria e sono contento per la squadra e per la gente che ci ha seguito numerosa. È stata una bella giornata di festa per Chiavari e l’Entella“.

Sui tifosi.
Ora trasformiamo tutto questo entusiasmo in campionato al Comunale. In queste due partite è stato bello vedere così tanti giocatori a cantar per noi e per la maglia che indossiamo. Sarebbe bello riportare tutto questo la domenica e spero che sia di buon auspicio per il proseguo“.

Ottima prestazione anche per il terzino destro Belli, protagonista del duello di fascia contro Kolarov.

Al di là del risultato una bella serata e una bella prova da parte della squadra, sopratutto nel primo tempo.
Abbiamo fatto una buona partita. Potevamo fare qualcosa in più visto che abbiamo preso il primo gol a freddissimo, dopo 30 secondi, e su queste cose dobbiamo migliorare al di là se sia contro una squadra di Serie A perché dobbiamo vincere un campionato e queste disattenzioni non vanno fatte. Poi ci siamo comportati bene, li abbiamo messi in difficoltà, creando qualche occasione da gol. Dispiace per questo risultato così ampio, ma noi ce l’abbiamo messa tutta. Già da domani penseremo alla partita di domenica“.

Stasera sei stato costretto agli straordinari, soprattutto nei ripiegamenti difensivi, a volte anche come ultimo uomo.
A me piace difendere, è la cosa per cui lavoro tutta la settimana. Sono contento perché ho affrontato una squadra forte e penso di aver fatto una buona prova. L’importante sarebbe stato fare ancora meglio a livello di squadra“.

Sui tifosi che sono venuti al seguito della squadra.
Dobbiamo cercare di riportare entusiasmo a Chiavari attraverso i risultati. Capisco i tifosi che siano delusi per la retrocessione dell’anno scorso, però adesso ci devono dare una mano perché noi abbiamo un solo obiettivo in testa e con il loro aiuto penso che potremo fare grandi cose“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Arriva la prima diagnosi sulle condizioni del difensore brasiliano Gli esami a cui si è...

Si giocano gli ottavi di finale di Coppa Italia all’Olimpico Inizia il cammino della Roma...

Il premio di Genova è essere qui con la Roma. L’estremo difensore della Virtus Entella...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...
Si affrontano due nazioni di grande tradizione, anche se negli ultimi anni il parco giocatori...
E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...