Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Fiorentina-Roma, Santon: “La Fiorentina è molto forte. Sarà una partita fondamentale”

Il terzino nel prepartita

Appuntamento molto importante per la Roma, i quarti di finale contro la Fiorentina che è un avversario duro
Sì, è una squadra molto forte e che sta bene. Vengono da due o tre vittorie molto importanti. Dovremmo stare attenti ma è una competizione che ci teniamo tanto e ci teniamo a far bene.

Cosa significa per la Roma la Coppa Italia e andare avanti in questa competizione?
La competizione è importante perché al momento è una delle competizioni in cui pensiamo di poter arrivare fino alla fine, come ovviamente anche la Champions League ma sappiamo che lì ci sarà da lavorare più duramente. Sarà una partita fondamentale, loro in attacco sono fortissimi e si sono rinforzati con l’acquisto di Muriel. Dovremo stare attenti alla velocità che hanno davanti ma anche noi possiamo fargli male.

Siete pronti per questa gara? Venite da un brutto pareggio per come è maturato
Non penso che siamo in un bruttissimo periodo. Prima di Bergamo venivamo da alcune vittorie. A Bergamo l’abbiamo buttata via un po’ noi perché stavamo vincendo 3 a 0, farti recuperare 3-3 è sempre una bella batosta. Conosciamo il nostro potenziale e quello della Fiorentina, sappiamo del loro attacco. Si sono rinforzati con Muriel, Chiesa sta facendo molto bene. È una squadra forte e giocano in casa, ma noi ci giocheremo le nostre carte. È una competizione a cui teniamo molto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News