Sito appartenente al Network

L’Edicola, Ranieri vuole dare nuova vita a Nzonzi e Marcano. Necessaria la vittoria a Ferrara

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORT – Ranieri punta sul Schick per la sua prima trasferta sulla panchina giallorossa. Lui con Dzeko, per dare più forza all’attacco giallorosso, per la seconda delle dodici finali che ha accettato di giocarsi. Tra i tifosi in molti ancora si chiedono se quei quaranta milioni che hanno fatto la fortuna di Ferrero sono stati spesi bene. 

Nicolò Zaniolo ha tanti estimatori e la sua quotazione di mercato è lievitata nelle ultime settimane. Il Real Madrid resta in prima fila per il giovane talento italiano, appena convocato da Mancini per le partite di marzo della Nazionale. La quotazione di Zaniolo è salita nelle ultime settimane e oggi supera i sessanta milioni. Sul giovane giallorosso ci sono anche altri grandi club italiani ed europei.

Tra i principali nomi presi in considerazione per il dopo Monchi c’è quello di Gianluca Petrachi, attuale direttore sportivo del Torino. Ieri, però, il presidente Cairo ha dichiarato: Petrachi ha il contratto di un anno. Non ho mai venduto un direttore sportivo, avendo un accordo fino al 2020 non mi sembra una cosa possibile. 

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Arrivato in estate a parametro zero, Ivan Marcano aveva scelto la RomaLa difesa alta di Di Francesco, e le difficoltà che hanno coinvolto il suo reparto e la squadra tutta, non lo hanno aiutato. Anche oggi a Ferrara toccherà a lui. Ancora emergenza, dunque. «In questa stagione ho giocato meno di quello che volevo – ha ammesso lo spagnolo ai microfoni di Sky -, e la prima cosa è cercare di fare autocritica.

Ma io voglio fare meglio e restare». Nelle 37 gare stagionali (tra campionato, Champions League e Coppa Italia) la Roma non era mai andata in campo senza neanche un giocatore romano (e romanista). Contro la Spal, invece, mancheranno tutte e tre: Daniele De Rossi e Lorenzo Pellegrini per infortunio, Alessandro Florenzi invece per squalifica. Nelle altre 37 volte almeno uno dei tre c’è sempre stato.

Si racconta che Ranieri sia rimasto sorpreso dal differente rendimento di Nzonzi contro l’Empoli. Monchi ci aveva puntato ad occhi chiusi, avendolo avuto con sé a Siviglia e conoscendolo alla perfezione. Ranieri vuole capire se può affidarsi a lui, in attesa che in mezzo al campo rientri anche De Rossi.

IL CORRIERE DELLA SERA – La Roma è pronta ad affrontare la Spal. La missione è semplice: non subire gol. Tanto, come dice il tecnico Claudio Ranieri, “noi prima o poi uno lo facciamo“. Con l’arrivo del tecnico di Testaccio è evidente ci sia un’attenzione maggiore per la fase difensiva e lo si nota anche dalle dichiarazioni dei calciatori. La Roma ha vinto 5 delle 18 partite giocate a Ferrara, fra cui 3 delle ultime 4. Nell’ottobre del 67 ci fu un 1-0 firmato da Taccola, del quale proprio oggi ricorre il cinquantenario della morte, che verrà ricordato con il suo nome sulle maglie con cui i giallorossi scenderanno in campo.

IL MESSAGGERO – La rincorsa prosegue, nel tardo pomeriggio, sulla via Emilia: la Roma, con il ricordo dell’umiliante ko all’Olimpico nel match d’andata, scende in campo al Mazza contro la Spal. E, in attesa di conoscere il verdetto del derby di domani sera a San Siro, deve accorciare il distacco dal Milan terzo e dall’Inter quarta, in vantaggio rispettivamente di 4 e 3 punti. Come esterni alti, rivedremo Zaniolo ed El Shaarawy, la coppia di riferimento della vecchia gestione, almeno nell’ultimo periodo. Zaniolo, sofferente per il trauma alla caviglia, è in ballottaggio con Kluivert, titolare lunedì scorso. Davanti Dzeko in coppia con Schick.

LA REPUBBLICA – Nove gol, nazionale e contratto. Tre mesi per prendersi tutto, tre mesi per la definitiva consacrazione. El Shaarawy e la sua stagione d’oro passano per la trasferta di oggi a Ferrara. Il Faraone è l’attuale capocannoniere della squadra giallorossa e non vede l’ora di andare in doppia cifra.

Il pellegrinaggio tecnico di Nicolò Zaniolo riparte da Ferrara: contro la Spal, la Roma cerca la conferma alle buone sensazioni dell’esordio di Ranieri sulla panchina giallorossa. E stavolta in campo ci andrà la prima versione della squadra che ha in mente il tecnico: un 4-4-2 con due punte vere e due esterni che sappiano diventare attaccanti aggiunti.

IL TEMPO – Oggi si va in missione in casa della Spal per vendicare la clamorosa sconfitta dell’andata allo Stadio Olimpico. L’occasione è ghiotta nella giornata in cui le milanesi si affrontano nel derby. Per la Roma dunque è vietato sbagliare, servono tre punti per stare alla finestra in attesa di osservare il risultato tra le due squadre milanesi.

In attacco spazio alla coppia Dzeko-Schick. Il 4-4-2 è la soluzione a tanti equivoci, magari un passo indietro rispetto all’evoluzione generale della tattica, ma alla Roma oggi servono più punti che idee. Il piazzamento finale determinerà la programmazione della prossima stagione, anche se il diesse ha iniziato a impostare la squadra che verrà con i primi appuntamenti con i vari procuratori. Lo scrive Il Tempo.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Tutta la rassegna stampa in un click LA GAZZETTA DELLO SPORT – La Roma cerca...

Tutta la rassegna stampa in un click LA GAZZETTA DELLO SPORT – Fonseca si gioca...

Tutta la rassegna stampa in un click LA GAZZETTA DELLO SPORT – Emergenza difesa per Fonseca....

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...
Si affrontano due nazioni di grande tradizione, anche se negli ultimi anni il parco giocatori...
E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...