Resta in contatto

Calciomercato

ESCLUSIVA SLR, Tahsin (Paok): “Seguo spesso la Roma. Sogno di incontrare Totti”

Il giovane talento di origine turca è nel mirino della Roma. La redazione di “Siamolaroma.it” lo ha contattato in esclusiva

Un intreccio di mercato che parte da Trigoria, arriva fino in Grecia ma rischia di finire in Spagna.
Stiamo parlando di Alpaslam Tahsin, talento classe 2004, ora in forza al Paok Komotinis, attaccante ambidestro con un importante fiuto del gol: Tahsin fu scoperto da Monchi quando era ancora in carica alla Roma. Ora il ds spagnolo sembra intenzionato a portarlo in Andalusia, alla corte del Siviglia.
Noi de la redazione di “Siamolaroma.it” lo abbiamo intervistato per saperne di più.

Alpaslan, abbiamo saputo che molti club europei si sono interessati a te..
“Sì, ho letto. Ovviamente mi fa piacere e al momento non ho particolari preferenze: credo che potrei giocare in ogni campionato. Insomma non sarebbe un problema per me”.

Però ti descrivono come un fan di Totti: il tuo sogno è incontrarlo?
“E’ vero, sono un grande fan di Francesco Totti. Sogno un giorno di poterlo incontrare, lo spero tanto…”

E sulla Roma che ci puoi dire?
“Guardo spesso le partite della Roma, quando ho occasione. Mi piace molto la squadra e lo stile di gioco di Cengiz Under”

L’interesse dei giallorossi nasce dall’ex ds Monchi: lo hai mai incontrato?
“No, mai. Di queste cose se ne occupa il mio agente (Isaac Lopez). Ho letto alcuni articoli su di lui e so che ora è tornato al Siviglia”

E sembra che sia intenzionato a farti diventare un giocatore del Siviglia. Dovessi scegliere tra la Roma e il club spagnolo?
“Amo l’Italia e la Spagna, Roma e Siviglia sono due grandi club. Sarei davvero felice di indossare maglie così prestigiose”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Calciomercato