Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

Calafiori: “Risultato bugiardo. Dobbiamo ingranare, quest’anno vogliamo vincere qualcosa”

La delusione del difensore giallorosso dopo la sconfitta con i viola

Riccardo Calafiori, terzino giallorosso della Roma Primavera, ha parlato ai microfoni di “Roma Tv” al termine della sconfitta con la Fiorentina, maturata all’Artemio Franchi. Queste le sue parole:

La Roma in diversi tratti della gara ha avuto la possibilità di rientrare in partita e di sbloccare il risultato…
“Il risultato è abbastanza bugiardo perché abbiamo creato tante occasioni e non siamo riusciti a segnare. Con quei pochi tiri che hanno fatto sono riusciti a fare gol”.

Terza partita che la Roma subisce gol…
“Ci stiamo impegnando tantissimo, ma ovviamente c’è qualcosa che non va. Forse dobbiamo essere più concentrati e non mollare perché soprattutto a Torino c’è stato un calo di attenzione importante. La prossima partita importante perché poi ci sarà la sosta e quindi dobbiamo vincerla”.

Il secondo tempo è stato dominato dalla Roma, bastava un gol per rientrare in partita…
“Abbiamo giocato benissimo. Dobbiamo stare più attenti perché non è possibile che ad ogni contropiede subiamo gol. Dobbiamo essere concertati”.

Come si è comportata la difesa?
“Anche noi abbiamo fatto una buona partita perché nei duelli siamo stati bravi”.

Infortunio ormai alle spalle? Come ti senti?
“Da questo punto di vista benissimo. Ormai l’infortunio è solo un brutto ricordo. Fisicamente sto bene, non ho più paura di niente. Spero solo di vincere alla prossima, è l’unica cosa che conta”.

Adesso bisogna cominciare a fare punti perché la Roma deve stare più in alto…
“Dobbiamo assolutamente ingranare perché quest’anno dobbiamo vincere qualcosa”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera