Resta in contatto

Rassegna Stampa

Perotti ritrova il sorriso e punta il Borussia

Ha voglia di rientrare in campo il prima possibile e allontanare uno dei periodi più bui della carriera

Perotti vede la luce in fondo al tunnel ed è ad un passo a indossare la maglia della Roma e a dimostrare il suo valore. L’infortuno alla vigilia del campionato è stata una doccia fredda per l’argentino che aveva sostenuto nel migliore dei modi il pre-stagione.

E’ convocabile da Fonseca e scalpita, ha voglia di rientrare in campo il prima possibile e allontanare uno dei periodi più bui della carriera. E’ il secondo stop più lungo tra i tanti infortuni che lo hanno fermato in questi anni. Ieri ha sostenuto tutto l’allenamento con la squadra ritrovando il buon umore, ma soprattutto la grinta necessaria per recuperare la forma fisica adeguata.

Perotti è ancora indietro di condizione e per questo la convocazione per Marassi sarà più un premio. La pioggia prevista per domenica sta spingendo Fonseca ed il suo staff a posticipare il rientro dell’attaccante che al massimo si accomoderà in panchina. Continuerà a lavorare per trovare la forma ed essere pronto per la sfida al Gladbach di giovedì sera dove Fonseca farà qualche sostituzione. Lì Perotti può ambire alla maglia da titolare. Lo riporta il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa