Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Rizzitelli: “Se dovessero sospendermi mi toglierebbero la vita. Non ho offeso Irrati”

L’ex romanista si era sfogato nel post partita di Udinese-Roma in merito all’espulsione diretta di Fazio: “Non ho toccato la sensibilità di Irrati”

Dopo lo sfogo nei confronti dell’arbitro Irrati, Ruggiero Rizzitelli ha spiegato così le sue parole rilasciando un’intervista al portale calciomercato.it:

“Sono cose che succedono a caldo a ogni tifoso. È la quarta/quinta volta che veniamo danneggiati, abbiamo un’anima e ci sfoghiamo. Io dico quello che penso perché ho una dignità”. Alla domanda se temesse una sospensione da parte del club capitolino, invece, risponde: “Decide la società, ma se dovessero sospendermi, mi toglierebbero la vita. Finora ho avuto piena libertà d’espressione, come del resto avevo chiesto. Non ho offeso nessuno, quindi nemmeno Irrati. La mia è stata un’espressione colorita che si usa a Roma. Non ho toccato la sensibilità di Irrati”.

QUI L’INTERVISTA INTEGRALE

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News