Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Like su “Vendete Florenzi”. Totti nega di essere stato lui

Un caso rientrato nel giro di poche ore

La Befana Totti l’ha passata a disinnescare una bomba che avrebbe potuto deflagrare con conseguenze insanabili. Nel post-partita di Roma-Torino la società ha pubblicato su Instagram una foto di Dzeko e Mancini e sotto, tra i tanti commenti, c’è un “Vendete Florenzi“, scritto in maiuscolo. Tra i “mi piace” c’era anche quello di Francesco Totti e nel giro di 30 minuti la notizia ha fatto il giro del web.

Da una parte c’era chi dava ragione all’ex capitano, dall’altra chi sosteneva quello nuovo. Nel primo pomeriggio è arrivata la puntualizzazione di Totti: “Vorrei precisare che non ho mai messo like a quel commento di cattivo gusto su Florenzi. Ho profonda stima di lui, come amico e giocatore, in particolare i tifosi della Roma dovrebbero saperlo. Ciò che sto leggendo su articoli e sui social mi rattrista“.

Probabilmente l’ex 10 ha cliccato inavvertitamente scorrendo i commenti presenti. Il giallo è ancora irrisolto anche perché ci sono i precedenti con Florenzi nella conferenza stampa di addio alla Roma di Totti: “Pellegrini mi piace, ma preferisco non parlarne. Poi per la prima volta domenica ha indossato la fascia da capitano. Senza nulla togliere a Florenzi“. Tutto rientrato nel giro di poche ore: Florenzi e Totti ci hanno scherzato su. Lo scrive Il Messaggero.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa