Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Fonseca ridisegna una nuova Roma. Pellegrini la guida ai quarti

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORTLa Roma ha accettato una formula in prestito con obbligo di riscatto che scatta però alle sedicesima presenza. Per Politano dovrebbe essere relativamente semplice totalizzarle, mentre per Spinazzola meno. Con l’arrivo di Ashley Young poi non dovrebbe avere tantissimo spazio.

Mediocre la prestazione di Pairetto (non certo aiutato dal Var Sacchi, che aveva sbagliato da arbitro già negli ottavi di finale di Coppa Italia in Torino-Genoa), poco coerente dal punto di vista disciplinare e si perde anche la manata di Gagliolo a Kalinic da rosso.

Quando ormai il Bologna sembrava aver chiuso la trattativa, è intervenuto Petrachi che è riuscito a cambiare le sorti della questione. Fondamentale è stato l’aspetto economico: il brasiliano ha preferito il milione offerto dal club capitolino da circa la metà dai rossoblu, anche se questi ultimi gli avrebbero garantito un minutaggio più elevato.

LA GAZZETTA DELLO SPORTConfrontando i dati degli infortuni traumatici in Serie A e negli altri 4 principali tornei è questo ciò che emerge. I casi Zaniolo e Demiral non capitano solo sui nostri campi. La Serie A ha registrato finora 37 infortuni traumatici, come i due appena citati. Le squadre più colpite sono Inter e Torino con 4, ma come durata totale delle assenze sta peggio di tutti la Roma, con 16 mesi complessivi di lontananza dal campo dei suoi giocatori infortunati, seguita dalla Juventus con 14.

La sorpresa iniziale sta nella disposizione degli uomini di Fonseca, sistemati su uno strano 3-3-3-1 che prevede una linea difensiva composta da ManciniCristante e Smalling, un centrocampo con Florenzi e Kolarov larghi sulle fasce e il solo Diawara a fare da metronomo, una batteria di trequartisti con Pellegrini centrale e Under e Perotti sugli esterni, menter il punto di riferimento offensivo è il croato Nikola Kalinic.

Il primo giorno da interista l’ha passato il albergo ad aspettare notizie sul suo futuro. Leonardo Spinazzola non è destinato a primi giorni trionfali. Non che a Matteo Politano sia andata molto meglio: appena arrivato a Fiumicino gli hanno dato una sciarpa, lui si è sbilanciato in dichiarazioni d’amore e rischiava di essere stato tutto virtuale.

IL CORRIERE DELLA SERAI quarti di finale di Coppa Italia si giocheranno mercoledì 22 all’Allianz Stadium, in una gara nuovamente da dentro o fuori e ancora una volta senza Dzeko ancora squalificato.

IL TEMPOSei anni e nove mesi dopo la Roma torna a vincere in trasferta in coppa Italia. E il segnale è arrivato da Parma nell’ottavo di finale di Coppa Italia che qualifica la Roma ai quarti contro la Juventus campione d’Italia: sempre lei e come se non bastasse a quattro giorni dal derby.

Le cifre dell’affare restano le stesse stabilite in precedenza, circa 28 milioni di euro totali, ma i giocatori non si trasferiranno subito a titolo definitivo, bensì in prestito con diritto di riscatto che si trasforma in obbligo al raggiungimento delle 15 presenze, una clausola valida in maniera slegata per ognuno dei due giocatori. L’altro fronte di battaglia per la Roma è stato quello con il Bologna per Ibanez.

Il tecnico si ritrova senza terzini vista la contemporanea squalifica di Florenzi e Kolarov. Con il recuperato Santon praticamente certo di una maglia da titolare e con Spinazzola, Juan Jesus e Cetin in partenza, si candida Peres inserito ieri nel finale.

LA REPUBBLICAAi suoi compagni serviva terribilmente battere il Parma. Ci ha pensato Lorenzo Pellegrini con una doppietta. C’è voluta una rivoluzione da parte di Fonseca per riportare alla vittoria la Roma: Cristante è diventato il regista di una difesa a tre che ha permesso alla squadra di soffrire meno sulle corsie esterne, dove Florenzi e Kolarov hanno dato ultimamente chiari segnali di cedimento. Chissà se la formula tornerà utile anche domenica contro il Genoa. Lo scrive la Repubblica

IL MESSAGGEROCosa mai avvenuta prima della gara di Parma. Dopo quarantacinque minuti di grossa delusione, a far gol ci ha pensato Lorenzo Pellegrini, capace anche di raddoppiare, stavolta dal dischetto del rigore, a un quarto d’ora dalla fine. Un bel segnale da parte del numero 7, visto che proprio da lui ci si aspettava un lampo per ridare luce alla Roma dopo due sconfitte.

Il 2020 della Roma inizia nella notte del Tardini: Fonseca, con il primo successo nel nuovo anno, centra anche la qualificazione in Coppa Italia e, vincendo contro il Parma (0-2), raggiunge i quarti dopo aver conquistato, lo scorso dicembre, la promozione ai sedicesimi di Europa League.

Al momento lo stallo nello scambio Politano-Spinazzola è rientrato ma Roma e Inter devono ancora trovare l’intesa sulla formula del riscatto (a 28 milioni). I giallorossi propongono che si trasformi in obbligatorio se il calciatore giocherà il 50% delle partite che il club disputerà in stagione (svincolato da qualsiasi minutaggio).

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Edicola