Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 7 aprile 1973: nasce Marco Delvecchio (VIDEO)

Tanti auguri a Marco Delvecchio, eroe dello Scudetto 2000/01

Bandiera della Roma scudettata, targata 2001, Marco Delvecchio è uno di quei giocatori che sono entrati nel cuore dei tifosi giallorossi alla fine degli anni ’90, ma che non ne sono più usciti.

Inizia la sua carriera calcistica all’Inter, dove torna dopo una breve parentesi al Venezia e all’Udinese. Nel 1995 approda nella Capitale dove indossa la maglia giallorossa per ben 10 anni disputando 300 partite e mettendo a segno 83 gol, nove dei quali nei derby, che lo hanno fatto essere per alcuni anni il capocannoniere della stracittadina, prima che Francesco Totti lo superasse. A Roma ha vinto lo Scudetto del 2001 e la Supercoppa italiana dello stesso anno, per poi concludere la sua carriera con le maglie di Brescia, Parma e Ascoli e con una breve parentesi tra i dilettanti, in Eccellenza Laziale, con la Pescatori Ostia.

Nell’Europeo del 2000 perde, con la Nazionale italiana, la finale contro la Francia ma rimane comunque l’unico italiano, insieme ad Angelo Domenghini, Gigi Riva e Pietro Anastasi, ad aver segnato in una finale di un campionato europeo. Con l’Italia ha collezionato 22 presenze e messo a segno 4 reti.

Oggi compie 47 anni e per “Supermarco” arrivano gli auguri della Roma su Twitter.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord