Resta in contatto

Rassegna Stampa

Dzeko: “Giusto tornare a giocare”

Il centravanti bosniaco auspica il ritorno in campo, ma soltanto quando la situazione lo permetterà

Dopo la partenza di Florenzi, Edin Dzeko ha ereditato la fascia di capitano, ma leader dello spogliatoio lo era già da tempo. Alla Roma dall’estate del 2015, il centravanti bosniaco ha siglato 102 reti in 211 apparizioni, trascinando i giallorossi nelle ultime stagioni.

Recentemente ha compiuto 34 anni ed è di qualche giorno fa l’annuncio dell’arrivo di un’altra figlia, che nascerà a settembre. Il bosniaco ha parlato a Sky, in cui ha detto anche la sua su un possibile ritorno in campo: “È un discorso molto delicato. Sicuramente la cosa più importante è la salute della gente, di tutti noi. Però tutti noi amiamo lo sport ed è parte della nostra vita. Quando la situazione si calmerà e non ci sarà più pericolo per tutti è giusto finire il campionato. È giusto per tutti. La fascia? Sono capitano della Bosnia da 6 anni, farlo alla Roma dopo Totti e De Rossi è un grande orgoglio. Questa è una società meravigliosa, mi sentivo anche prima come uno dei capitani. La scelta giusta l’ho fatta per rimanere e non era difficile. Sono orgoglioso di far parte di questo club che fa cose molto importanti per tutti i suoi tifosi e la gente“. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa