Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Roma dona 32.000 mascherine alla città (COMUNICATO)

Il club giallorosso ancora una volta in prima linea nell’emergenza sanitaria

La Roma ancora una volta in prima linea per fronteggiare l’emergenza causata dal Coronavirus. Il club giallorosso, con un comunicato sul proprio sito ufficiale, ha donato 32.000 mascherine alla città:

L’AS Roma dona 32 mila mascherine alla Città, destinate agli addetti ai lavori della Capitale.

“Nella mattinata di lunedì, il CEO Guido Fienga e il vicepresidente Mauro Baldissoni hanno consegnato simbolicamente alla sindaca Virginia Raggi un box contenente il materiale che Roma Cares ha già iniziato a distribuire alle categorie più a rischio.

A ricevere i dispositivi di protezione individuale saranno: il Comando di Polizia Locale, la Polizia Locale dell’area Metropolitana, Atac, l’Assessorato alle Politiche Sociali e la società Zetema.

Ringrazio l’AS Roma che in questo momento è stata ancora di più vicina ai cittadini. Sappiamo che in questi mesi sono stati consegnati anche i pacchi spesa alle persone più bisognose“, ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi. “Alla Società va un plauso perché ha dimostrato che nel momento del bisogno c’è: è un onore per la nostra Città avere un club che dà una mano ai propri cittadini“.

Delle 32 mila mascherine donate, 17 mila saranno destinate a diverse strutture sanitarie della Città e alle ASL Roma 1, 2 e 3.

Ci fa molto piacere partecipare all’incontro di oggi, abbiamo voluto supportare le categorie che a loro volta aiuteranno la nostra Città a tornare alla normalità“, le parole del CEO Guido Fienga. “Roma Cares in questo momento così delicato ha cercato di aiutare non solo i tifosi giallorossi, ma tutti i romani che ne avevano bisogno.

Tutte le mascherine distribuite dal club giallorosso sono lavabili e riutilizzabili fino a 30 volte.

Il progetto Roma Cares non nasce in questo periodo, ormai va avanti da sei anni e porta un aiuto concreto nella Città e nelle periferie. Ora con il Covid-19 è tutto ancora più visibile, ci sono tante persone che ringraziano la Roma: davvero complimenti e grazie dalle istituzioni romane“, ha dichiarato, Daniele Frongia, Assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi Eventi cittadini”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News