Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Italiano: “La Roma avrà il dente avvelenato, dobbiamo fare punti”

Vincenzo Italiano

Le parole del tecnico spezzino

Vincenzo Italiano, tecnico dello Spezia, ha parlato alla vigilia della gara con la Roma, come riportato da Calciospezia.it:

Ha rivisto la partita di Coppa Italia? Sensazioni ed emozioni di quella sera?
“Siamo contenti di aver superato il turno, di aver fatto una prestazione con tanti giocatori che avevano bisogno di minuti e di scendere in campo, una prestazione condita da un superamento del turno che ci rende felici e soddisfatti. Dobbiamo sì gioire, ma archiviare e pensare alla partita di sabato, che è tutta un’altra storia. Cerchiamo di fare punti importanti per la classifica, per noi sarà una partita dura e difficile. Incontreremo una Roma che avrà sicuramente il dente avvelenato. Dobbiamo prepararci per cercare di continuare su questa striscia di risultati e con questa mentalità che ci sta dando dei risultati. Non dobbiamo abbassare la guardia perché non possiamo farlo”.

Pensa che Fonseca possa cambiare qualcosa?
“Non so cosa farà l’avversario. Dobbiamo pensare a noi stessi. Sappiamo il valore della squadra che andremo ad affrontare, lo abbiamo visto anche in Coppa. Siamo riusciti a segnare, a metterli in difficoltà ma è una squadra che crea tanto, con giocatori di grande qualità che se li lasci ragionare creano pericoli in ogni situazione. Indipendentemente da quello che farà l’avversario, dobbiamo pensare a noi stessi, preparare la gara con attenzione e cercare di fare quello che abbiamo fatto nelle ultime partite di campionato: l’unione, la compattezza e il grande spirito stanno portando punti importanti e dobbiamo cercare di farlo anche domani”.

Galabinov gol e assist, Verde è tornato in campo subito decisivo, doppietta di Saponara. Sta trovando giocatori importanti per il suo Spezia.
“Piano piano dobbiamo cercare di portare in condizione tutti. La partita di Coppa Italia ci ha permesso di fare questo. Galabinov non giocava da tantissimo tempo, sono contento per il gol e per quello che ha fatto nei minuti in cui è stato utilizzato. Sappiamo che dobbiamo rendere Saponara un giocatore importante per questa squadra prima di tutto portandolo in condizione, facendolo crescere e dandogli minuti partita dopo partita. Siamo contenti che sia riuscito ad avere una tenuta di 120 minuti, ma dobbiamo stare attenti, cercare di non appesantire il ragazzo e cercare di sfruttarlo per quello che in questo momento ci può dare. Recuperiamo tanti giocatori come Ricci, Acampora, Bastoni, Verde e tutti giocatori che ci fanno comodo. Sono tutte qualità importanti per la nostra squadra e dobbiamo cercare di sfruttarle tutte”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario