Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Nuno Paralvas (A Bola): “Il Braga? Attenti, è una delle migliori formazioni portoghesi. Fonseca? La sua carriera ha preso il volo”

Il giornalista portoghese parla anche di Tiago Pinto: “Diversi club si erano interessati a lui, lavora con dedizione e non ama le luci della ribalta”

Nuno Paralvas, giornalista di A Bola, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul sito ufficiale del club giallorosso. Ecco le sue parole:

Può presentarci lo Sporting Braga: come gioca e quali sono i suoi calciatori più importanti? 

“Lo Sporting Braga è una delle migliori squadre portoghesi. Negli ultimi 10 anni, solo due volte non è arrivata tra le prime quattro e per due volte è giunta terza. Il Braga sta colmando sempre di più il gap con le tre grandi storiche del calcio portoghese (Porto, Benfica e Sporting Lisbona, ndr). Nel 2009-10, è stato anche in lotta per il titolo. Nella stagione seguente, la squadra aveva un mix di giovani ed esperti che li ha portati fino alla finale di Europa League, persa poi con il Porto”.

“L’attuale allenatore è Carlos Carvahal, 55enne, amante del calcio propositivo ma anche tecnico esperto e pragmatico. Al momento il Braga è terzo in classifica, a un punto dal Porto e a più due dal Benfica”.

“A livello di singoli calciatori, l’esterno Galeno, 23enne è molto interessante. Ricardo Horta è un attaccante mobile e pericoloso, in grado di segnare e far segnare. Non c’è più Paulinho – una punta centrale – ceduto allo Sporting a gennaio. La squadra, però, non sembra averne risentito. Recentemente, il centrale David Carmo è stato messo fuori causa da un grave infortunio alla caviglia”.

Anche Fonseca, come Carvalhal, adotta un 3-4-2-1? Che partita si aspetta? 

“Il Braga può utilizzare diversi temi tattici: 3-4-3, 3-5-2, 4-4-2 o 4-2-3-1. Nelle ultime due partite con il Porto sono stati impiegati sia il 3-4-3, sia il 4-4-2. La perdita di David Carmo toglie delle opzioni per giocare con la difesa a tre”.

Come viene valutata in Portogallo l’esperienza di Paulo Fonseca alla Roma? 

“La carriera di Fonseca ha preso progressivamente il volo. Ha vissuto una stagione difficile quando era al Porto, ma ha saputo rimettersi in carreggiata per raggiungere i propri obiettivi. Il suo lavoro alla Roma qui è giudicato molto positivamente, anche per il desiderio di giocare un calcio piacevole”.

Tiago Pinto è il nuovo General Manager dell’area sportiva della Roma: cosa può dirci di lui? 

“Il passaggio di Tiago Pinto alla Roma è stato inaspettato, ma in un certo senso non mi ha sorpreso. Il suo lavoro al Benfica era molto apprezzato e sono diversi i club che si erano interessati a lui. Lavora con passione, professionalità e dedizione, non gli piacciono le luci della ribalta e sa come funzionano i club di calcio, le dirigenze e il calciomercato”.

Qual è il suo pronostico per l’andata dei sedicesimi di finale?
“La Roma è la favorita di sicuro. Ma se non sarà al massimo, potrà andare incontro a dei problemi. Lo Sporting Braga ha i mezzi per infastidire la Roma”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News