Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, il gol non (sempre) viene da fuori

La squadra giallorossa tira poco dalla distanza

Era il 12 febbraio del 2006 quando la Roma stava giocando con il Siena e cercava la sua ottava vittoria consecutiva. La partita era incanalata sullo 0-0 quando De Rossi decise di fare tutto da solo lasciando partire un tiro da trenta metri: Fortin battuto e Roma vincente. Era quello l’unico modo per segnare in quel pomeriggio e forse lo sarebbe stato anche domenica sera contro il Benevento. I giallorossi amano entrare in area, ma a volte è necessario ricondursi alla rude scorciatoia.

La Roma è tra le squadre che tira in porta più volte: si trova al sesto posto con 304 tiri. Per quanto riguarda quelli da fuori, però, la posizione cambia e diventa la 12esima con il 33% delle volte. Poi è quarta con una media di 1 gol da fuori ogni 14 conclusioni. Questo vuol dire che ha un tasso di precisione alto, ma ci prova poco. In questo campionato un Siena-Roma c’è stato: a Udine con il gol di Pedro. La prima rete segnata dalla distanza delle sette totali. Lo scrive “Il Messaggero”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa