Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, emergenza totale

Tra infortuni, convalescenze e squalifiche la squadra di Fonseca domenica in campo con gli uomini contati

Questa mattina Veretout è atteso a Villa Stuart per gli esami strumentali che faranno chiarezza sull’entità dell’infortunio alla coscia destra. Nel caso in cui dovesse essere confermata la lesione il francese rischia almeno un mese di stop. Prima della sosta ci sono cinque partita fondamentali per dare un senso agli ultimi due mesi e mezzo di stagione. Si parte da domenica col Genoa, poi il turno dell’Europa League contro lo Shakhtar. Il 14 marzo si va a Parma prima di volare in Ucraina per il ritorno europeo e chiudere questo ciclo col Napoli. Fonseca sta studiando il modo per risentire il meno possibile dell’assenza di Veretout: Pellegrini potrebbe arretrare in mediana al fianco di Diawara con Pedro posizionato in avanti. L’alternativa è quella di schierare la coppia Diawara-Villar. La speranza del tecnico è quella di sfruttare al massimo il buon periodo del guineano. Contro il Genoa l’emergenza c’è anche in difesa. Insieme a Mancini e Cristante dovrebbe tornare Smalling dall’inizio. Ancora in dubbio la presenza di Ibanez che spera di tornare ad allenarsi in gruppo per strappare una convocazione. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa