Resta in contatto

Rassegna Stampa

Mourinho: “Sono tornato bambino”

La gioia dello Special One

Una notte indimenticabile anche per uno che di partite ne ha vissute mille. José Mourinho si gode la vittoria del cuore e la prima corsa sotto la Curva Sud: da ieri è definitivamente il condottiero dei romanisti, che hanno ricominciato a sognare dal giorno dell’annuncio del suo arrivo. «Oggi sono tornato bambino – racconta a fine gara il portoghese – non volevo una sconfitta, avevo paura di perdere questa partita. Poteva finire 6-6, potevano vincere loro 2-1, Rui Patricio ha parato tanto e noi abbiamo sbagliato gol a porta vuota».

Ma alla fine l’ha decisa Il Faraone, uno dei suoi cambi che ha dato la scossa. «Durante la settimana – prosegue Mourinho – sono stato bugiardo anche con me stesso a convincermi che non era una partita speciale. Invece la partita 1000 era speciale per me». Sulla corsa sotto la Curva: «Io in quel momento non avevo 58 anni, ma 10, 12 o al massimo 14, quando si inizia a sognare una carriera nel calcio. È stata un’esultanza fatta con lo spirito di un bambino». Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa