Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

I cori razzisti dell’Olimpico a Ibrahimovic e Kessie durante Roma-Milan e quell’errore nel referto

Curva Sud “diffidata” per un anno, ma c’è un errore nel comunicato del giudice sportivo

Dopo i casi che hanno coinvolto Vlahovic, Maignan e Koulibaly, stavolta è toccato ai milanisti Ibrahimovic e Kessie essere presi di mira dai tifosi romanisti con cori razzisti. Me se per i fatti del Gewiss Stadium il Giudice Sportivo ha deciso soltanto di multare l’Atalanta (25mila euro), nel caso di Roma-Milan ha invece “diffidato” la Curva Sud per un anno: qualora si verificasse un’altra infrazione nei prossimi 12 mesi, il settore caldo del tifo giallorosso verrebbe chiuso per due partite.

Nel referto di Roma-Milan, compilato dai tre collaboratori della Procura federale inviati all’Olimpico e riportato nel dispositivo del Giudice Sportivo, si legge che  «al 35° del secondo tempo, la Curva Sud-intera tifoseria Roma (100%) intonava cori di discriminazione razziale nei confronti del calciatore Franck Kessie e, che per tale ragione, allo stesso minuto, veniva diffuso l’annuncio previsto». In realtà quell’annuncio dello speaker è stato rivolto ai tifosi del Milan per avvisarli, come da prassi, che il loro deflusso dallo stadio al termine della gara sarebbe stato autorizzato previo ulteriore annuncio.

Si legge su iltempo.it.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa