Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “La squadra è rimasta sempre molto concentrata e compatta”

Le dichiarazioni dell’allenatore giallorosso al termine della sfida contro la Samp

Un’altra importante vittoria per la Roma Primavera, che mantiene il primato in classifica. Alberto De Rossi ha parlato al termine del match; ecco le dichiarazioni dell’allenatore della Roma:

Partita molto difficile. La Roma l’ha vinta da grande squadra, con pazienza, con un gol per tempo e con grande solidità difensiva.
“Sono molto soddisfatto. Temevo tanto questa partita, temevo tanto questa squadra, che sta risalendo la classifica. Ultimamente, non siamo in grande forma – sarà stato anche per l’impegno in Coppa Italia, ma lo ha avuto anche la Samp – e non ho visto una squadra brillante. Però, è stata sempre molto concentrata, molto compatta, ha combattuto. E anche la fase difensiva, che ha fatto la differenza oggi, ha permesso di incanalare la partita nel verso giusto”.

Ha colpito la maturità di questa squadra, che cerca di capire ogni singolo momento del match.
“A un certo punto, sono entrato in campo io. Nel senso che ho anche incanalato la partita, perché vedevo che facevamo fatica a centrocampo e ho inserito un centrocampista in più, mantenendo i due attaccanti. È chiaro che così perdi campo, però la squadra è cresciuta in solidità”.

Non si ricordano occasioni della Samp: in 90 minuti non ha mai tirato in porta.
“Parlando con i nostri avversari, lo hanno riconosciuto. E ne siamo particolarmente felici, perché la fase difensiva si tralascia un po’. Invece, è fondamentale soprattutto se vuoi giocare con gli adulti. E oggi devo sottolineare che abbiamo difeso anche sui calci da fermo, siamo stati sempre molto puntuali. C’era sempre la testa di un nostro giocatore. Bene. Veramente bene”.

E parlando di adulti, incrementiamo la lista con il nome di Volpato.  
“Bene, bene. Non ci fermiamo. Vediamo adesso di riprendere un po’ di forze e di preperarci per queste ultime tre partite del 2021. Che non saranno decisive, perché il campionato è lunghissimo, ma che ci daranno una bella indicazione su quello che dovremo fare nel 2022. Intanto andiamo per ordine: ora abbiamo la Spal, che sabato ha perso. Da domani inizieremo a pensare a questa partita molto difficile”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera