Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Giro di tamponi dopo le vacanze: Mou è in ansia

Timore a Trigoria dopo l’aumento dei contagi registrato nell’ultima settimana

Fiato sospeso a Trigoria in vista della ripresa dell’attività della prima squadra. Oggi la Roma si ritroverà al Fulvio Bernardini dopo aver staccato la spina per una settimana: prima di riprendere gli allenamenti giocatori e staff tecnico verranno sottoposti ad un tampone molecolare che sta tenendo in ansia José Mourinho.

In caso di brutte sorprese infatti lo Special One si troverebbe nuovamente a fare i conti con una rosa non al completo a pochi giorni dai big match contro Milan e Juventus (6 e 9 gennaio). Un timore più che giustificato considerato l’aumento dei contagi registrato nell’ultima settimana e i tanti calciatori che hanno scelto di trascorrere il periodo natalizio lontano dalla Capitale.

Oltre a Mourinho infatti sono tredici i giocatori che hanno optato per un viaggio all’estero. Una volta conosciuto l’esito dei tamponi la squadra inizierà a preparare la sfida di giovedì prossimo a San Siro.

C’è attesa per il ritorno in gruppo di Lorenzo Pellegrini: anche durante le vacanze il capitano ha continuato a lavorare con un fisioterapista che lo ha seguito anche a Dubai e l’obiettivo è quello di vederlo in campo alla ripresa del campionato.

Da verificare anche le condizioni di Tammy Abraham. L’inglese era stato costretto ad uscire ad inizio ripresa nell’ultima gara giocata la Sampdoria a causa di una contusione alla caviglia destra. Mourinho si era detto ottimista riguardo al tipo di infortunio e oggi il giocatore verrà valutato dallo staff sanitario giallorosso. Bisognerà attendere ancora qualche settimana invece per il rientro di Spinazzola, che a gennaio verrà visitato dal dottor Lempainen.

Si legge su Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa