Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La moviola. Poco… Di Bello

La moviola sull’operato del fischietto

Lozano scappa, Ibanez perde un tempo di gioco, piena area, l’attaccante va a terra. L’arbitro Di Bello fa segno di proseguire poi spiega, alla prima interruzione, che è stata spalla contro spalla. Errore chiaro. Di Paolo lo richiamo all’OFR: piede destro del romanista che “grattugia” il tendine sinistro del messicano. Rigore netto: Var salvifico.

Situazione cartellini: già da inizio gara Anguissa e Rrahmani rischiano grosso. Poi, nella fase finale, escono due gialli per proteste sulle quali Di Bello poteva sorvolare (Zaniolo e Insigne). Gestione ondivaga, non coerente. Zanoli (6′ st) rischia il rosso, espone i tacchetti a Oliveira: Di Bello l’ha considerato imprudente, giallo ok, solo che Zanoli andava già ammonito al 49′ su Abraham. Zaniolo-Meret: tiro effettuato, parata, ma restano dubbi sulla dinamica successiva. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa