Resta in contatto

Rassegna Stampa

Roma, torna di moda Xhaka. Senesi o Theate se parte Ibanez

Da Xhaka a Senesi, nomi vecchi e nuovi per il mercato in entrata della Roma: le ultime

Per il centrocampo può tornare di moda un vecchio pallino di José Mourinho, cioè Granit Xhaka. Il regista dell’Arsenal, prima richiesta la scorsa estate, è di nuovo con un piede fuori dai Gunners, che stanno prendendo Tielemans dal Leicester e monitorano Bissouma del Brighton, anche lui seguito dalla Roma. Lo svizzero può finire di nuovo sul mercato e Mou, nonostante l’arrivo a parametro zero di Matic, resta alla finestra perché deve completare il centrocampo.

Un altro nome che da Trigoria seguono con attenzione è Douglas Luiz, brasiliano dell’Aston Villa ad un anno dalla scadenza del contratto. Il club inglese lo valuta 25 milioni, alcuni intermediari ne hanno parlato ma al momento non ci sono trattative in corso. Più avanzato il discorso con il Sassuolo per Davide Frattesi, che a Trigoria tornerebbe volentieri: i giallorossi valutano 15 milioni il suo cartellino, compreso lo sconto del 30%, cioè la cifra che la Roma otterrà dalla futura rivendita del centrocampista cresciuto nel settore giovanile giallorosso.

Per l’attacco, il Bodo chiede 5 milioni di euro per liberare in anticipo Solbakken, esterno offensivo che ha il contratto in scadenza a dicembre e che ha già raggiunto un accordo con la Roma. In alternativa la società giallorossa ha bloccato Akgun, 21 anni, turco, di proprietà del Galatasaray ma che nell’ultima stagione ha giocato agli ordini di Vincenzo Montella all’Adana Demirspor. Costa 7,5 milioni di euro e ha il contratto in scadenza nel 2024.

Per quanto riguarda il mercato in uscita, dall’Inghilterra rimbalza la voce di un interessamento del Newcastle per Roger Ibanez. Gli inglesi sarebbero pronti a staccare un assegno da 30 milioni di euro per il brasiliano (ha una clausola da 80 milioni) che piace anche al Tottenham di Antonio Conte. Se dovesse partire Ibanez, la Roma virerebbe su Senesi del Feyenoord o Theate del Bologna mentre difficilmente parteciperà a un asta per Bremer, che piace tanto a Mou. Lo scrive il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa