Resta in contatto

Rassegna Stampa

Torino, tutte le strade portano alla Roma: in corsa per Kluivert e Shomurodov

Le ultime da Torino

Non è in via Condotti, ma lo shopping nella capitale è sempre di moda. Soprattutto quest’anno che la Roma ha messo in vendita un bel gruppo di allievi di Mourinho che non rientrano nella testa dello Special One. Profili giovani, di qualità, che il portoghese non può più aspettare, ma che potrebbero risolvere i problemi di tante squadre.

Come il Torino che con gli esuberi giallorossi si rifarebbe mezzo guardaroba. Justin Kluivert è l’ultima idea di un club che cerca almeno due innesti da collocare nella zona offensiva. Il figlio di Patrick, l’ex campione di Ajax, Milan e Barcellona, lascerà la Roma dopo quattro anni e tanti rimpianti.  Inaspettatamente, nonostante numeri mica male per la sua età: 5 gol e 8 assist in 53 partite in campionato non sono bastati per evitargli due cessioni consecutive in prestito, Lipsia e Nizza.

La sua avventura in giallorosso, però, è giusta quasi al termine visto che tra un anno gli scade il contratto e non ci sono previsioni di rinnovo. Così il Toro, a caccia di profili con queste caratteristiche, ha cominciato a parlare sia con la Roma sia con l’entourage del calciatore. Il Fulham è in vantaggio perché si è mosso prima, la risposta data ai granata, ma il club di Cairo ha aperto un nuovo canale.

Anzi due: segue anche Eldor Shomurodov, attaccante uzbeko di 27 anni che può giocare sia come prima punta sia qualche metro più indietro. Si sta per separare dopo solo un anno, visto che 5 reti e 6 assist non hanno convinto Mourinho. Piace anche a Bologna e Wolverhampton: partirà, ma solo a titolo definitivo o in prestito con obbligo di riscatto. Della Roma la prima scelta di Juric, per ora proibito dalla valutazione di 20 milioni, è il centrale Kumbulla. Lo scrive “La Stampa”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa