Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo titolare nell’attacco dei Fab Four

Mou punta su Nicolò per partire forte

Zaniolo riparte da titolare. Domenica a Salerno Mourinho lo manderà in campo dal primo minuto. Con Abraham, Dybala e Pellegrini. Sarà la prima partita ufficiale dopo la finale di Conference League, risolta con il gol di Nicolò.

ll giovane attaccante ha lavorato molto durante l’estate e ha dimostrato di essere uno dei giocatori più in forma. Ha brillato nella serata dell’Olimpico contro lo Shakhtar Donetsk ma anche nelle amichevoli portoghesi.

La partita di domenica scorsa ha rafforzato il solido rapporto che c’è tra Zaniolo e i tifosi della Roma. Le voci di mercato sono state via, con il dietrofront della società giallorossa che ha chiuso alla cessione al Tottenham, dopo aver trovato un accordo di massima.

Adesso Nicolò è carico, si è tolto dalla testa l’idea di fare le valigie e ha alimentato il feeling con il suo pubblico, che ha saluto e applaudito più volte, sia nella presentazione che nei 65 minuti in cui è rimasto in campo.

Zaniolo ha dimostrato di essere in perfette condizioni atletiche, nei” Fab Four” si è esaltato, mettendo in scena tutto il suo repertorio. È Tornato a sentirsi al centro del progetto. A settembre il rinnovo del contratto diventa una priorità. La durata sarà allungata e l’ingaggio sarà adeguato sensibilmente. Si passerà dai 2,5 attuali a 4 milioni più bonus. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa