Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Femminile, un’altra rimonta: la Roma in vetta

Altro successo importante per le ragazze di Spugna

Ancora un successo in rimonta per l’AS Roma femminile, che dopo aver battuto in trasferta lo Sparta Praga 2-1 nell’andata dell’ultimo turno preliminare di Champions League, supera con lo stesso punteggio la Fiorentina in campionato e conquista il primo posto, a parimerito con le Viola e la Samp.

Al Tre Fontane, davanti a circa mille spettatori, la Roma ferma la corsa delle gigliate che erano arrivate nella capitale a punteggio pieno. La prima occasione del match capita a Serturini, che però calcia alto. Le giallorosse aggrediscono le avversarie, Lazaro e Andressa ci provano, ma non sfondano e allora al 28’ sono le ospiti a trovare la rete. L’ex-Roma Mijatovic (7 presenze e 3 gol la scorsa stagione) serve Catena che si libera e tira mandando il pallone dove Lind non può arrivare.

Nell’intervallo Spugna carica la squadra e ad inizio ripresa il preciso colpo di testa di Haug riporta il risultato in parità. Il mister giallorosso sente che può vincerla ed effettua un triplo cambio per inserire forze fresche: dentro Bartoli, Haavi e Giacinti per Kollmats, Glionna e Haug.

Al 74’, la svolta. Giacinti controlla in area e di sinistro batte Schroffenegger, la Roma è in vantaggio. L’attaccante della Nazionale italiana potrebbe fare subito il bis, ma stavolta non trova il tempo di concludere e Tortelli salva. All’82’ è ancora Giacinti a sfiorare il gol con un tiro che spedisce il pallone sull’esterno della rete. La gara ha un ultimo sussulto in pieno recupero, quando Bartoli è davvero provvidenziale con un intervento sulla linea che evita il pareggio della Fiorentina.

“Speriamo che vincere in rimonta non diventi un’abitudine, altrimenti le mie coronarie faranno fatica – scherza Spugna – ma per come si era messa questa vittoria vale sei punti“.

La Roma tornerà in campo giovedì al Tre Fontane contro lo Sparta Praga, chi passa accede alla fase a gironi della Champions. “Adesso, meritato riposo – conclude – da lunedì inizieremo a pensare a questa partita speciale, qualificarci significherebbe essere tra le 16 migliori d’Europa“. Intanto la Figc ha comunicato che la finale di Supercoppa tra Roma e Juventus si giocherà al Tardini di Parma sabato 5 novembre alle 14.30. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa