Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Stadio della Roma

Nuovo stadio della Roma: il 10 gennaio può terminare la prima fase

Anche il CEO conferma che la Conferenza dei Servizi va verso il felice esito.

Proseguono fitti gli incontri tra i tecnici della Roma e quelli del Comune per arrivare quanto prima alla felice conclusione di questa prima fase dell’iter amministrativo, quello della Conferenza dei Servizi Preliminare. Filtra anche una possibile data per la conclusione ufficiale dei lavori della Conferenza: il 10 gennaio, a pochi giorni dalle festività natalizie. Due giorni fa il Ceo della Roma Pietro Berardi, durante la presentazione del libro “Le nuove guerre del calcio” di Marco Bellinazzo, ha confermato il buon andamento della Conferenza:

“Per il momento posso solo fare i complimenti all’amministrazione Gualtieri  perché crede molto a questo progetto dello stadio. Stiamo lavorando in sintonia e stiamo cercando di lavorare con grande velocità e di rispettare tutti gli step. Le caratteristiche di questo progetto si racchiudono in alcune parole: la prima è la riqualificazione urbana. Abbiamo cercato un’area che possa essere riqualificata, e in cui i trasporti sono già esistenti. Seconda cosa: la sostenibilità del progetto, come viene costruito, l’acustica. Terzo: deve essere uno stadio moderno. L’amministrazione di Roberto Gualtieri sta cercando di fare il massimo nel più breve tempo possibile per dare alla Capitale una struttura degna della sua importanza, pur sapendo che non sarà una passeggiata”

Intanto, la Roma avrebbe già contattato alcuni studi per disegnare lo stadio. Tra questi spicca Populus, ideatore dell’Emirates, del nuovo Wembley e dello stadio del Tottenham.

Lo scrive Il Romanista.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Stadio della Roma