Resta in contatto

Rubriche

Outdoor, che numeri il Liverpool di Klopp: anche grazie a Salah e Alisson

Salah protagonista indiscusso, Alisson migliora la difesa: parlano i numeri

Numeri e risultati strepitosi quelli del Liverpool di Klopp che allo scadere del 2018 ha macinato record a suon di gol. Sotto gli occhi di tutti, poi, i netti miglioramenti del gruppo in fase difensiva. Dall’acquisto di van Dijk ad oggi il Liverpool ha migliorato la propria solidità difensiva, ancor di più con l’acquisto di Alisson Becker dalla Roma. E chi puntava il dito contro un Klopp troppo “zemaniano” potrà solo fare marcia indietro e ricredersi.

Statistiche da Premier

Tra le mura amiche dell’Anfield il Liverpool in questa stagione non ha mai perso in gare ufficiali. In Premier League 9 vittorie e 1 pareggio al netto di 27 reti fatte e 3 subite. In Champions League solo il Paris Saint-Germain ha violato la retroguardia dei reds all’Anfield, compito non riuscito al Napoli e alla Stella Rossa. Il totale delle gare ufficiali in questa stagione recita 27 partite di cui 20 vittorie, 3 pareggi, 4 sconfitte (solo una di queste è maturata in casa nella partita di Carabao Cup persa per 1-2 contro il Chelsea di Sarri, disputata però con ampio turn-over). Numeri che hanno fornito un vantaggio di +9 sul Tottenham attualmente secondo e +10 sul Manchester City di Guardiola, che però ha una partita in meno. Statistiche che lanciano i reds al primo posto e verso finalmente un sogno che manca da troppo tempo: alzare la coppa della Premier League al cielo.

Due ex giallorossi alla conquista della Premier

Numeri da capogiro per la fase offensiva di cui gran protagonista continua ad essere Mohamed Salah che in 20 partite ufficiali ha segnato 13 gol e fornito 8 assist, seguono i due compagni del trio delle meraviglie: Sadio Mané e Roberto Firmino, 8 gol e 1 assist per il senegalese, 7 gol e 4 assist per il brasiliano. Da un lato Salah per la fase offensiva, dall’altro lato sicuramente Alisson Becker. L’ex portiere giallorosso ha contribuito notevolmente ad aumentare la solidità difensiva dei reds. Tolte le poche battute infelici nel giorno della sua papera contro la Stella Rossa che lo hanno paragonato a Loris Karius, il numero uno verdeoro ha subito nell’anno solare 2018 ha subito solo 10 reti all’ombra dell’Anfield, 5 delle quali con la maglia della Roma. Segno che i reds sono in mani sicure. Fa sorridere che due dei protagonisti assoluti dello spettacolare Liverpool di Klopp provengano entrambi dalla AS Roma.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rubriche