Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

L’Edicola, la Roma si gode il ritrovato Schick. Monchi: “De Rossi sta guarendo”

I giallorossi cominciano il nuovo anno nei migliori dei modi: 4-0 all’Entella e uno Schick ritrovato. Mercato: dopo Mancini, si pensa a Barella

Il 2019 della Roma comincia con uno sonoro 4-0 rifilato alla Virtus Entella nella gara valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia. A prendere in mano la squadra è stato Patrick Schick, che ritrova la sua migliore forma, con tanto di doppietta e assist, e manda in frantumi il sogno dell’Entella, dando spettacolo all’Olimpico. Nel secondo tempo spazio anche per Alessio Riccardi, centrocampista classe ’01. La squadra di Di Francesco ora inizia a pensare al campionato, in vista della sfida contro il Torino.

La Coppa Italia tornerà a fine gennaio con il quarto di finale al Franchi contro la Fiorentina.

In una serata piena di spettacolo, non sono mancati però i cori discriminatori della Curva Sud contro Napoli e altre città, in particolare Liverpool e Bergamo. Intonati anche cori contro le Forze dell’Ordine.

Per quanto riguarda il mercato, tutto si basa sul futuro di Daniele De Rossi. Il centrocampista romano sta guarendo ed è carico per questa seconda parte di stagione. Monchi intanto tratta con il Cagliari per portare a Roma, nel mercato estivo, il centrocampista Nicolò Barella che piace anche a Inter e Napoli. In uscita ci sono richieste da più squadre della Serie A per Coric mentre Marcano, con l’infortunio di Juan Jesus, dovrebbe restare nella capitale.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News