Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

L’Avversario, il Torino di Mazzarri imbattuto in trasferta

Scontro delicato all’Olimpico: giallorossi per il quarto posto, granata per l’Europa League

Sono solamente tre i punti che separano il Torino dalla Roma in classifica: 30 lunghezze per i capitolini sesti, 27 per i granata noni. La squadra di Mazzarri giocherà all’Olimpico con la consapevolezza di essere ancora imbattuta in trasferta in questo campionato, anche se i numeri le remano contro: i piemontesi non escono vittoriosi dal tempio giallorosso in Serie A addirittura dal 2007 (0-1, rete di Muzzi). Dopo quella partita per il Torino sono arrivate 8 sconfitte consecutive in casa della Roma. In questa stagione, però, il Toro ha ottenuto lontano dalle mura amiche 2 vittorie e 8 pareggi nelle 10 gare fin qui disputate. In tutto il girone di andata i granata hanno collezionato 6 successi, 9 pari e 4 ko, l’ultimo nel derby con la Juventus, e sono reduci da tre risultati utili consecutivi.

Il collaudato 3-5-2 di Mazzarri

Come tutte le squadre di Mazzarri, anche il Torino si schiera in campo con il 3-5-2, variato comunque in alcune uscite in un più offensivo 3-4-3. I granata giungeranno nella Capitale in emergenza: Izzo e Meitè sono squalificati, mentre Moretti e Lukic, acciaccati, non dovrebbero essere della gara. Buone notizie invece da Baselli, che dovrebbe farcela nonostante non sia al meglio. Il Toro potrebbe quindi schierarsi con il 3-4-3: Sirigu tra i pali; Djidji, N’Koulou e Lyanco in difesa; un centrocampo a 4, con Baselli e Rincon in mediana e Aina e De Silvestri sugli esterni, e un attacco formato dall’ex Iago Falque e Zaza a supporto di Belotti. Proprio il 9 di Mazzarri, per il quale uno scambio con Perotti è stato smentito da Cairo, sfiderà Dzeko nella partita dei bomber. Dopo un periodo difficile, Belotti ha ripreso a segnare, con 5 reti nelle ultime 9 partite giocate. Il Toro, che ha inaugurato il suo 2019 con la sconfitta casalinga in Coppa Italia contro la Fiorentina, proverà all’Olimpico a mantenere l’ottimo trend in trasferta e a conquistare tre punti per tornare puntare all’Europa League.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti