Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Champions League, Pepe: “Combatteremo fino all’ultimo secondo per vincere”

L’ex difensore del Real: “Chiunque è qui vuole vincere più titoli possibili”

Le competizioni in cui e’ presente il club sono sempre importanti. Combatteremo sempre fino all’ultimo secondo per vincere. E’ ciò che la gente richiede e questo è ciò che vogliamo. Chiunque è qui vuole vincere più titoli possibili“. Parola del difensore del Porto ed ex madrileno Pepe, a due giorni dalla sfida scudetto contro il Benfica (57 punti per la capolista, 56 per gli inseguitori) ed a sei dal ritorno di Champions contro la Roma che vale l’accesso ai quarti di finale della competizione.

Il Porto e’ impegnato su tre fronti (anche la Coppa nazionale in cui ha vinto 3-0 all’andata della semifinale contro il Braga) e non ha intenzione di mollare su nessuno di essi. “Comunque vada contro il Benfica, il campionato non finirà qui. Non saremo campioni dopo questa gara, ma possiamo fare un passo importante verso il nostro obiettivo, ovvero vincere il campionato” ha detto in un’intervista rilasciata alla rivista Dragões. Ed in prospettiva, c’e’ un altro motivo per guardare in maniera ottimistica a questa partita. “Siamo al primo posto e abbiamo il vantaggio di giocare in casa. Dobbiamo giocare come sappiamo ed essere noi stessi. Abbiamo già avuto la possibilità di eliminare il Benfica nella Coppa di Lega” ricorda il portoghese.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News