Resta in contatto

News

Social Network, Bucri: “Grazie Roma, cresciuto come giocatore e come uomo”

Il classe 2001 saluta i giallorossi

Flavio Bucri lascia definitivamente la Primavera della Roma per accasarsi al Torino. L’operazione ha di fatto liberato il passaggio di Petrachi nella capitale. Intanto il giocatore ha affidato a Instagram il suo pensiero:

Ringrazio la Roma per questi 3 anni dove sono cresciuto tanto come giocatore e come uomo. Ringrazio tutti i miei compagni dell’under 17 per avermi fatto vivere un sogno diventando campioni d’Italia. Ringrazio tutti i miei compagni della primavera che, essendo uno dei più “piccoli”, mi hanno aiutato ad integrarmi al meglio nel nuovo gruppo. Ringrazio tutti i mister dai quali ho imparato cose diverse ma molto utili per il mio bagaglio calcistico e ringrazio tutte le persone che hanno lavorato per me ed i miei compagni per farci stare sempre al meglio. Grazie di cuore a tutti quanti. Ora comincia una nuova sfida, orgoglioso della scelta che ho preso e pronto a lottare per questi nuovi colori“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ringrazio la @officialasroma per questi 3 anni dove sono cresciuto tanto come giocatore e come uomo. Ringrazio tutti i miei compagni dell’under 17 per avermi fatto vivere un sogno diventando campioni d’Italia. Ringrazio tutti i miei compagni della primavera che, essendo uno dei più “piccoli”, mi hanno aiutato ad integrarmi al meglio nel nuovo gruppo. Ringrazio tutti i mister dai quali ho imparato cose diverse ma molto utili per il mio bagaglio calcistico e ringrazio tutte le persone che hanno lavorato per me ed i miei compagni per farci stare sempre al meglio. Grazie di cuore a tutti quanti❤ Ora comincia una nuova sfida, orgoglioso della scelta che ho preso e pronto a lottare per questi nuovi colori!? #forzatoro

Un post condiviso da Flavio Bucri (@flaviobucri_) in data:

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News