Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, l’intensità e l’aggressività di Fonseca sono alla base della nuova Roma. Si chiude per Mancini

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORT – La Roma si muove per completare la difesa: lunedì Petrachi dovrebbe chiudere con l’Atalanta per Gianluca Mancini, mentre Baldini a Londra ha fatto qualche passo avanti per Toby Alderweireld, che potrebbe sbarcare in Italia ad agosto.

L’affare è possibile soltanto attraverso il solito scambio: stavolta è stato allertato Patrik Schick, che piace molto al Bayer Leverkusen. Se i tedeschi dovessero chiedere solo soldi, la Roma sarebbe costretta a ritirarsi.

Il primo spezzone che la Roma ha concesso di far vedere alla stampa ha dato l’idea di un Fonseca determinato, forte e presente. Lavora vicino alla squadra, quasi attaccato fisicamente per spingere i giocatori a dare il massimo. Le parole “press, press“, “vamos, vamos“, resteranno impresse nella memoria del gruppo come un mantra.

Gisueppe Giannini, ex giocatore della Roma, è stato intervistato dal Corriere dello Sport ed ha parlato anche della nuova stagione dei giallorossi. Questo uno stralcio delle sue parole.

IL TEMPO – L’esordio stagione per la Roma ci sarà il 18 luglio contro la Pro Calcio Tor Sapienza a Trigoria. Sempre al Centro Sportivo, con diretta su Roma TV, verranno affrontate TrastevereGubbioRieti e Ternana, quest’ultime due nello stesso giorno.

Petrachi si è messo in testa di ribaltare la Roma dalla testa ai piedi e lo sta facendo giorno dopo giorno a suon di operazioni concluse. In questa mischia c’è anche Florenzi che è sul mercato e lo sa.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – L’ultimo italiano a giocare 30 partite con continuità da difensore centrale e leader del reparto, più di vent’anni fa, è stato Fabio Petruzzi. Anche Astori arrivò a 30 presenze nel 2014-15, ma giocò anche le coppe.

Si è allenato in vacanza e in questi giorni di ritiro la famiglia è a Roma per sostenerlo. Dalle sue parole a Por Siempre Globo, sembra evidente che il giocatore non voglia essere preda del pessimismo.

Lo aveva promesso in conferenza ed è stato di parola. La parola chiave della sua presentazione era stata intensità e Paulo Fonseca ieri, davanti ai giornalisti, non si è smentito.

IL CORRIERE DELLA SERA – Fonseca, seguito come un’ombra dal traduttore, un martello: urla, incita e quasi spinge i suoi giocatori a dare il massimo. Sta usando questi primi giorni per prendere confidenza con l’ambiente e capire di chi fidarsi.

IL MESSAGGERO – La Roma giocherà 5 amichevoli tra le mura di Trigoria e sono: la prima il 18 luglio contro la Pro Calcio Tor Sapienza (ore 17.30), il 20 luglio con il Trastevere (ore 17.30), il 24 luglio contro il Gubbio (ore 17.30), il 27 luglio con il Rieti (ore 10) e contro la Ternana(ore 17.30). Nessuna di queste sarà aperta al pubblico.

Fonseca si sta dimostrando un tecnico motivato, in linea con le necessità della società ed è attento a quella dei giocatori. Non intende lasciare spazio a distrazioni durante le due ore di allenamento. E’ stato lui a richiedere di blindare le sedute rendendole inaccessibili alla stampa e chi vorrà seguire la Roma lo potrà fare in occasione delle amichevoli o quando comincerà il campionato.

Petrachi è pronto a stringere per Veretout aspettando di capire i margini per Alderweireld e Almendra: il Boca chiede il pagamento della clausola da 27 milioni.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola