Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Perotti: “Stiamo crescendo fisicamente, ci stiamo abituando alle richieste di Fonseca”

Le parole dell’argentino dopo Roma-Trastevere

Diego Perotti, attaccante della Roma, ha parlato ai microfoni di Roma TV dopo l’amichevole con il Trastevere:

Come state dopo queste due amichevoli?
“Molto bene. Ci stiamo abituando alla maniera di giocare del mister, abbiamo fatto un buon ritiro e fisicamente stiamo crescendo molto. Queste partite servono anche per assimilare le cose del mister”.

Tu come stai?
“Ho voglia di riscatto e c’è sempre. La scorsa stagione è andata malissimo e questa, mi auguro non solo per me ma anche per i compagni, che possa essere buona. Se quello va bene possiamo fare molto meglio”.

Con Spinazzola c’è subito grande intesa 
“Sì, è un grandissimo giocatore e già lo conoscevamo. Era molto difficile affrontarlo, ha una gamba importante e sarà una bella sfida tra lui e Kolarov”.

Come vi state trovando con Fonseca?
“Bene, come dicevo prima quando sei abituato a giocare in una maniera e devi cambiare non è facile. Piano piano ci stiamo mettendo tutto, anche con la lingua che lui non parla non è facile. Sia lui che noi stiamo provando a fare e dare tutto. Speriamo di fare un buon ritiro che è la base di tutto. Piano piano stiamo cercando di fare le cose che lui vuole”.

Una cosa molto diversa rispetto a prima?
“A noi esterni chiede tanto di giocare tra le linee, di trovare spazio e lasciare un po’ spazio ai terzini. Pressare subito gli avversari e se ce la mettiamo bene in testa può portare a tanto. Sono piccole cose che sicuramente aiuteranno a quella base che avevamo negli altri anni”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra