Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Lo stop di Perotti fa tremare la Roma. Torna di moda il nome di Taison

L’esterno brasiliano dello Shakthar, già accostato ai giallorossi a giugno, potrebbe essere il nome adatto per rinforzare il reparto offensivo, ora in emergenza

La Roma ha una settimana di tempo per concludere la rosa. Se c’è una cosa che la gara contro il Genoa di ieri sera ha dimostrato, è che, sopratutto in difesa, urge un acquisto importante. Ma non solo: la mattinata della Roma non è stata delle migliori, visto le bruttissime notizie in merito all’infortunio di Diego Perotti. L’esterno non vedrà il campo per quasi due mesi, e le uniche alternative sulle fasce si chiamano Under e Kluivert. Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Romanista, i giallorossi starebbero valutando l’opzione Taison dello Shakthar Donetsk.

Il giocatore, in scadenza nel 2021, sarebbe molto interessato, visto il forte legame che lo lega al suo ex allenatore Paulo Fonseca; inoltre non avrebbe bisogno di troppo rodaggio, vista l’esperienza negli schemi di gioco del portoghese. Unici problemi, il prezzo e l’età: gli ucraini non vogliono cedere l’esterno per meno di 25 milioni, prezzo che però può essere abbassato, sopratutto grazie alle pressioni del giocatore. Il secondo problema è quello più rilevante, dato che Pallotta ha fatto sapere ai suoi uomini di non voler spendere cifre importanti per gli Over 30. Vista la situazione delicata però, non è detto che il numero uno giallorosso possa chiudere un occhio.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Calciomercato