Resta in contatto

News

Il papà di Perotti: “L’infortunio uno shock per Diego. Tornerà dopo la sosta” (AUDIO)

Le parole del padre del numero 8

Hugo Perotti, papà di Diego Perotti, ha parlato ai microfoni di Tele Radio Stereo:

Come sta Diego dal punto di vista di psicologico dopo questo nuovo infortunio?
“Sta recuperando, sta migliorando. Credo che subito dopo la sosta potrà essere schierato”.

Dopo il nuovo infortunio, Diego ha pensato di chiudere la carriera come quando era al Siviglia?
“E’ stato un duro colpo per lui anche perché veniva da un precampionato continuo e costante. Si sentiva pronto e in forma, questo infortunio è stato una vera mazzata. Nei primi giorni è stato uno shock per lui. Diego si sente comunque un calciatore e vuole mettersi a disposizione per dare il massimo e per far vedere che è stata solo sfortuna”.

Come si trova Diego con Fonseca?
“E’ molto soddisfatto e sorpreso di come organizza il lavoro di Fonseca. Vuole tornare al più presto a lavorare con lui”.

E’ vero che Diego ha il sogno di chiudere la carriera al Boca?
“Potrebbe essere una possibilità. Per adesso Diego vuole solo onorare il contratto che ha con la Roma. Poi penserà al futuro”.

Parliamo di calcio argentino. Il Boca può rimontare il River in Libertadores?
“Perché no? Il Boca Juniors è una squadra forte e giocherà in casa. Non è una partita facile, il River ha vinto 2-0 e in caso dovessero segnare il Boca dovrà farne 4. E’ difficile, ma non impossibile”.

E’ deluso dall’esperienza di De Rossi al Boca? Oppure è impossibile esprimere un giudizio a causa dai tanti infortuni?
“Non posso essere deluso. E’ vero, è stato sempre infortunato, ma è un calciatore fortissimo che potrebbe far bene in ogni squadra del mondo. Mi incanta, non posso dare un parere negativo”.

ASCOLTA L’INTERVISTA

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News