Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Emozioni, gol e lacrime. Gioie e dolori dell’avvio di stagione della Primavera giallorossa (FOTO/VIDEO)

Emozioni, lacrime di dolore e anche di gioia. Il cammino dei ragazzi di Alberto De Rossi in questa prima parte di stagione

Nelle prime 8 giornate di campionato primavera la Roma di Alberto De Rossi ha ottenuto 5 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte frutto di 23 gol fatti e 16 subiti. Un avvio di stagione pieno di emozioni e significati non solo per i risultati ricchi di gol ma anche per il ritorno in campo dei lungodegenti Calafiori e Sdaigui, il nuovo infortunio per Bouah e l’esordio in giallorosso per Tall. Il riepilogo della prima parte di campionato dei ragazzi di De Rossi.

Roma-Chievo 6-3: una partita carica di significati. Da Calafiori al nuovo infortunio di Bouah

L’esordio in campionato è avvenuto il 16 settembre 2019 al Tre Fontane con i giallorossi che ospitavano i parietà del Chievo Verona (CRONACA E FOTO DEL MATCH). Prima presenza e primo gol per Ruben Providence, gioiellino prelevato in estate dal direttore sportivo Petrachi direttamente dai settori giovanili del Paris Saint-Germain. Ritorno in campo per Riccardo Calafiori, dopo il lungo stop rimediato in seguito alla partita di Youth League contro il Viktoria Plzen nel 2018. Coincidenza grottesca, perché nel match contro il Chievo Verona il neo entrato Bouah si infortunia gravemente per la seconda volta in carriera. Il risultato finale del match sarà di 6-3 in favore dei giallorossi e mister Alberto De Rossi sottolinea subito l’emergenza difesa e la necessità di trovare i giusti equilibri.

LEGGI ANCHE: 

Due violenti stop con Torino e Fiorentina poi la rinascita contro il Bologna

Il 23 e il 28 settembre arrivano due brutte sconfitte, entrambe in trasferta contro il Torino (3-2) e contro la Fiorentina (3-0), due prove che alimentano la consapevolezza dei limiti difensivi di una squadra da rodare e da far crescere in primis come gruppo e poi in termini di risultati. Nonostante i due stop la Roma nel giro di pochi giorni riesce a trovare la quadra necessaria per affrontare il Bologna. I ragazzi di Alberto De Rossi tornano infatti alla vittoria il 5 ottobre e da quel momento non hanno mai più incontrato la sconfitta. A far notizia è la rete del baby talento Zaleswki e la porta immacolata, il risultato finale sarà di 2-0 e i giallorossi che si preparano al meglio per la trasferta di Napoli.

La trasferta di Napoli e il ritorno al gol per Calafiori

Il 19 ottobre proprio in casa dei partenopei fa il suo ritorno al gol Riccardo Calafiori, un gol fondamentale che da il via alla rimonta firmata poi da Trasciani. Due vittorie consecutive che aumentano la solidità di un gruppo in crescita.

LEGGI ANCHE: 

La netta vittoria contro il Genoa del 26 ottobre

Fiducia e consapevolezza nei propri mezzi che aumentano anche in Roma-Genoa del 26 ottobre terminata 4-1 in favore dei giallorossi (cronaca e tabellino del match). Un risultato che rilancia le ambizioni di classifica dei ragazzi di Alberto De Rossi anche in vista del big match in casa dell’Inter.

La vittoria in casa dell’Inter e il Felipe Estrella Galeazzi Show

Il primo novembre è Estrella Galeazzi show in casa dell’Inter. Dopo la doppietta iniziale del giallorosso, i padroni di casa riacciuffano il pareggio con Schiro e Fonseca per poi vedersi siglare il terzo gol a pochi minuti dal termine del primo tempo. Nella ripresa i giallorossi gestiscono bene il vantaggio per poi chiudere il discorso all’82’ con un gol di Simonetti. Fa il suo esordio in giallorosso il giovane senegalese Tall Lamine Junior.

LEGGI ANCHE: 

Roma-Atalanta 3-3: il ritorno al sorriso di Sdaigui e il primo gol di Tall

Ottava giornata di campionato al Tre Fontane la Roma ospita l’Atalanta capolista. Ospiti subito in vantaggio con Colley, poi Riccardi riporta in equilibrio il match. Nuovo break bergamasco al 22′ con Cambiaghi. Nella ripresa torna al gol e pareggia i conti il marocchino giallorosso Zakaria Sdaigui che esulta togliendo la maglia e con essa anche i fantasmi che lo hanno accompagnato per lungo tempo dopo la frattura a tibia e perone dello scorso 30 marzo.


Gli ospiti però vogliono ottenere i tre punti e con Colley tornano in vantaggio a 4 minuti dal termine, ma al 96′ è il senegalese Tall Lamine Junior a pareggiare i conti con una splendida rovesciata. Si tratta del suo primo gol in giallorosso e della sua seconda presenza. Al Tre Fontane termina quindi 3-3 (Cronaca e tabellino del match).

LEGGI ANCHE: 

Tall, il gol capolavoro alla Ronaldo

Sdaigui: “Gol inaspettato, non pensavo neanche di entrare”

De Rossi: “Non meritavamo di perdere, Sdaigui? Il gol un premio giusto per lui”

Sdaigui parlava così del suo infortunio: “Sembra di vivere un incubo ad occhi aperti”

Equilibri e difesa da migliorare

Con il terzo posto in classifica e a tre punti dalla vetta, la squadra di Alberto De Rossi può ambire alle prime due posizioni in campionato. Forte la concorrenza ma soprattutto, dati alla mano, la squadra di De Rossi è la peggior difesa delle prime 4 in classifica. Mentre se osserviamo i dati delle squadre momentaneamente qualificate ai playoff, peggio ha fatto solamente il Bologna che ha subito ben 17 reti e ricopre la quinta posizione. Mentre per quanto riguarda la fase offensiva, nessuna squadra ha realizzata tante reti come la squadra giallorossa (23).

Classifica Primavera 1. Fonte dati: Diretta.it

I marcatori della Primavera sino a questo momento

Fronte gol rubano l’occhio le 5 reti siglate da Alessio Riccardi e le 4 reti di Felipe Estrella Galeazzi che si aggiungono ai 2 gol a testa siglati da: D’Orazio, Simonetti, Zalewski, Bove e Trasciani. In gol anche Calafiori, Sdaigui, Providence e Tall.

LEGGI ANCHE: 

Estrella convocato dall’Under 20 brasiliana (TWEET)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti