Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

L’Avversario, il neo-promosso ed ambizioso Brescia di Tonali e Grosso (FOTO)

Ecco il Brescia di Fabio Grosso: prossimo avversario della Roma e di Fonseca

Domani alle ore 15:00 la Roma ospiterà allo “Stadio Olimpico” il Brescia di Fabio Grosso, ultima in classifica con 7 punti in 11 giornate (deve recuperare la partita con il Sassuolo), e reduce da un cambio di allenatore (esonero di Corini ed incarico affidato a Fabio Grosso).

Con Eugenio Corini…

…la squadra lombarda era impostata su un 4-3-1-2 fatto di intensità e ricerca della verticalità. Un gioco ambizioso e per certi versi spregiudicato, sopratutto quando la squadra ha cominciato a confrontarsi con squadre di un livello decisamente superiore rispetto a quelle affrontate in Serie B.

Questo tipo di gioco non ha funzionato del tutto in Serie A: infatti, con Eugenio Corini il Brescia ha collezionato 7 sconfitte, 1 pareggio e 2 vittorie (contro Cagliari e Udinese). L’allenatore lombardo è stato esonerato prima della gara contro il Torino.

Fabio Grosso…

…da sempre amante del 4-3-3,  nelle esperienze sulle panchine del Bari e del Verona ha utilizzato spesso questo modulo, ma la rosa del Brescia non lo permette per mancanza di giocatori inclini soprattutto al ruolo di esterni offensivi. Il modulo di partenza sarà quindi un 4-3-2-1  con le “rondinelle” che conoscono già questo tipo di gioco.

Con il 4-3-2-1 ha giocato contro il Torino, con Sabelli, Cistana, Magnani, Mateju in difesa; Bisoli, Tonali, Romulo e Spalek a centrocampo e Ayé e Balotelli in attacco. Il risultato è stato un 4-0 per la squadra granata e la prima sconfitta per l’ex terzino campione del mondo.

Fabio Grosso durante un allenamento.

Fabio Grosso durante un allenamento.

I giocatori chiave del Brescia

Tra i giocatori chiave più importanti in questo inizio di stagione spiccano sicuramente i nomi di Sandro Tonali e Mario Balotelli. Il gioiellino classe 2000 non ha sofferto minimamente il salto di categoria e ha continuato ad essere uno degli elementi imprescindibili nello scacchiere del Brescia.

Supermario invece ancora non è riuscito a trovare la sua forma migliore ed è reduce da un brutto episodio di razzismo durante la partita contro il Verona allo “Stadio Bentegodi”. Obiettivo per l’ex Inter, Milan, City, Nizza e Marsiglia è la convocazione ai prossimi Europei da parte di Mancini.

Il numero 45 bianco-blu è stato protagonista nel centro sportivo del Brescia, durante un allenamento, di uno strano episodio con il tecnico Fabio Grosso. Secondo quanto riportato dai media l’attaccante è stato allontanato durante un allenamento; proprio per questo partirà dalla panchina contro i giallorossi.

Balotelli nervoso dopo i cori razzisti dei tifosi dell'Hellas Verona allo "Stadio Bentegodi".

Balotelli nervoso dopo i cori razzisti dei tifosi dell’Hellas Verona allo “Stadio Bentegodi”.

LEGGI ANCHE

La probabile formazione contro la Roma

4-4-2: Joronen; Martella, Cistanza, Chancellor, Bisoli; Ndoj, Romulo, Tonalu, Bisoli; Torregrossa, Donnarumma.

4-4-2: Joronen; Martella, Cistanza, Chancellor, Bisoli; Ndoj, Romulo, Tonalu, Bisoli; Torregrossa, Donnarumma.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti