Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Smalling: “A Roma se dai tutto in campo l’amore che ricevi è incredibile. Potrei restare a lungo”

Parla il centrale inglese

Chris Smalling, difensore della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport UK:

Come ti stai trovando alla Roma? Rimarrai in Italia?
£Nuovo paese, nuova esperienza. Ma considerando il modo in cui mi sono sistemato, l’amore che ho provato, specialmente dai tifosi ma anche da tutti a Roma, sarà una decisione interessante da prendere. Alcuni degli altri giocatori mi hanno detto che se dai tutto sul campo, l’amore che puoi ricevere in questa città è incredibile. Questo è esattamente quello che io e la mia famiglia abbiamo avvertito. Proprio per questo motivo l’avventura potrebbe continuare a lungo”.

Nel tuo contratto non c’è una clausola per l’acquisto da parte della Roma. Sei sorpreso?
“Non proprio. Anche quando ho parlato con loro, è stato il caso di dire ‘Facciamo una buona stagione, speriamo che tutto vada per il meglio, che la squadra abbia successo e anche io’. Alla fine della stagione ci incontreremo. Questo era il piano all’inizio della stagione e ovviamente non abbiamo ancora finito, quindi alla fine della stagione vedremo che succederà”.

Hai letto le parole di Fonseca?
“E’ bello sentirlo e avere quella convinzione e la fiducia del manager, dell’allenatore e anche degli altri giocatori. Mi sta aiutando a fare bene in campo”.

Perché hai scelto la Roma?
“Quando mi sono guardato intorno per vedere le altre opportunità, non c’era niente di meglio della Roma che sarebbe potuto arrivare”.

Hai sentito Solskjaer? A Roma stai giocando sempre.
“Ho parlato con lui. Negli anni precedenti, ero abituato a giocare in quasi tutte le partite quando ero in forma”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra