Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

L’Edicola, Mkhitaryan nuovo leader. La Serie A slitta

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORTAltre due folate in libertà hanno rimesso al centro della Roma la velocità selvaggia di questo olandesino, che secondo Fonseca “diventerà un campione“. Kluivert è sempre più un’ala da esportazione.

LA GAZZETTA DELLO SPORTA dire il vero è già da qualche uscita che l’armeno è tornato ad essere determinante, basti pensare alle ultime tre partite con Lecce, Gent e Cagliari appunto. Con il gol e l’assist in Sardegna, i numeri del trequartista sanno diventando sempre più belli.

Se così fosse, il momento di svolta dev’essere stato il 19 gennaio. La Roma batte il Genoa 1-3, il serbo è ai box e Spinazzola è il migliore in campo.

Da quel momento, per le successive cinque partite, la titolarità del numero 11 è stata messa in forte dubbio ed è partito diverse volte dalla panchina. E quella alternativa non è niente di diverso da quella che doveva essere fin da inizio stagione, se non fosse altro che Nikola Kalinic ha sempre girato a vuoto. Un po’ per sfortuna, un po’ per colpa sua, un po’ perché magari anche il destino ha voluto così. A Cagliari, però, Fonseca ha deciso di dargli spazio, complice anche la grande stanchezza di Dzeko, palesata soprattutto nella ripresa di Europa League, nella gara contro il Gent. E stavolta Kalinic non ha perso l’occasione.

Non ci sarà stato il tempo primaverile dei giorni scorsi, ma per Fonseca e i giocatori della Roma ieri è stata una giornata all’insegna del relax.

Certo è, però, che la Roma si trova al centro di ripercussioni assai particolari. Negli Stati Uniti la macchina legale che sta ultimando la stesura dei contratti per la cessione della società a Friedkin è in piena attività, ma poiché esiste un rapporto costante con le sedi europee, l’allarme coronavirus ha rallentato il disbrigo di alcune pratiche. Nulla di preoccupante, ma il passaggio di proprietà da Pallotta a Friedkin slitta.

IL CORRIERE DELLA SERAIl rendimento in campo di Henrikh Mkhitaryan non mette dubbi: gol in campionato, più gli assist contro Lecce (andata e ritorno) e Cagliari, contro il Gent decisivo per il passaggio del turno in Europa League. “Miki” è arrivato in prestito gratuito e il prezzo per l’eventuale riscatto lo farà l’Arsenal; ha 31 anni e ha giocato soltanto 1.026 minuti (814 in campionato e 212 in Europa League) saltando esattamente la metà delle partite stagionali (17 su 34; 16 di queste perinfortunio, una sola per scelta tecnica). Lo riporta il Corriere della Sera.

LA REPUBBLICAE Paulo Fonseca ha una vera e proprie fase d’innamoramento nei suoi confronti. Henrick Mkhitaryan ha conquistato la leadership di una squadra che si aggrappa alle sue giocate da numero 10, calciatore che sulla trequarti riesce a dettare tempi di gioco e linee di passaggio, aumentando notevolmente il livello qualitativo del gioco romanista.

IL TEMPOLa Roma ha giocato, vinto e segnato tanto: la svolta dopo tre sconfitte di fila è arrivata all’insegna del gol. Otto gol segnati nelle ultime due partite di campionato con Lecce e Cagliari, altri due in Europa League nella doppia sfida al Gent. E di queste dieci reti solo una porta la firma di Edin Dzeko. La dipendenza dal bosniaco sembra dunque un problema in via di risoluzione. Ora la Roma ha il terzo attacco della Serie A (51 gol), alle spalle di Atalanta (70) e Lazio (60).

Slitta, infatti, di un paio di settimane la conclusione del procedimento di cessione dell società di Luca Parnasi, transitate in Unicredit, all’immobiliarista ceco Radovan Vitek. Causa: la sospensione di tutte le varie attività a Milano. Il closing era atteso per metà marzo mentre ora la nuova data è indicativamente collocata a fine mese. Questo mentre, al contrario, il Campidoglio sta per avviare lo sprint sull’ultimo miglio.

A Trigoria però due giocatori sono pronti a tornare a disposizionePellegrini e Diawara. Il centrocampista romano ha saltato le ultime due partite e oggi la sua mini-lesione sarà ricontrollata con nuovi esami strumentali: c’è ottimismo per la sua presenza contro la Sampdoria.

Slitta, infatti, di un paio di settimane la conclusione del procedimento di cessione dell società di Luca Parnasi, transitate in Unicredit, all’immobiliarista ceco Radovan Vitek. Causa: la sospensione di tutte le varie attività a Milano. Il closing era atteso per metà marzo mentre ora la nuova data è indicativamente collocata a fine mese. Questo mentre, al contrario, il Campidoglio sta per avviare lo sprint sull’ultimo miglio.

Il centrocampista brasiliano si è infatti infortunato contro l’Osasuna. Si tratterebbe di una lesione muscolare: in attesa degli accertamenti, si teme uno stop di due mesi. Nella doppia sfida contro il giallorossi potrebbe toccare a Gudelj sostituirlo. Lo scrive Il Tempo.

Il fedelissimo di Fonseca “al termine della gara, ha urlato ripetutamente al Quarto Ufficiale in maniera irriguardosa epiteti nella sua lingua madre, accompagnando il tutto con un gesto delle braccia“. Per la Roma notizie anche sul fronte diffidati: entrano in diffida Kluivert e Santon. Lo scrive Il Tempo.

IL MESSAGGEROLa Lega almeno ci sta provando concretamente grazie anche al lavoro della Figc. Normale che qualche frizione resti ma ora, almeno, c’è una linea comune che si sta portando avanti. Di fatto l’idea maturata domenica.

Mkhitaryan, da esterno alto o da trequartista e comunque alle spalle del centravanti, ha lasciato il segno. In sintonia con Dzeko e anche con Kalinic. Elegante nei movimenti, ma soprattutto concreto nelle giocate: gol e assist. Sono quelli che contano e quindi pesano per il risultato. È, insomma, lui a tenere i compagni in vita nella corsa Champions. La sua presenza ha di sicuro migliorato la proposta offensiva del 4-2-3-1 di Fonseca che ha ritrovato la spavalderia e l’efficacia. Ma la squadra ha comunque due facce:crea chance a raffica e al tempo stesso ne lascia diverse anche a chi l’affronta.

La realtà in effetti è proprio questa e ci si potrebbe aggrappare al vecchio adagio che per le questioni economiche (e non solo) calza a pennello: no news, good news.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa