Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Ministro degli Affari europei: “L’unico litigio al Consiglio Europeo c’è stato durante Roma-Inter”

Il Ministro degli Affari Europei Enzo Amendola svela l’unico litigio

Tra gli argomenti trattati il Consiglio Europeo di pochi giorni fa dove ha affiancato il premier Giuseppe Conte. Ecco uno stralcio delle sue parole a Il Fatto Quotidiano:

Che atmosfera c’era nella delegazione italiana? Come è uscito fuori il “cucchiaio” all’Olanda?

Siamo stati chiusi per cinque giorni dentro una specie di bunker, in una sede del Consiglio spettrale. Ironia della sorte, eravamo circondati: a sinistra dalla delegazione olandese, a destra da quella austriaca. Abbiamo dormito tre ore per notte e mangiato e fumato in continuazione. L’ultima notte sono andato avanti con le caramelle Haribo offerte dalla presidenza tedesca. Ci arrivava solo frutta e solo una volta siamo andati al ristorante ma appena ci siamo seduti Conte è stato richiamato a negoziare. E’ stato un frullatore continuo, riunioni bilaterali una dopo l’altra. L’unico litigio l’abbiamo avuto io e Benassi (ambasciatore) durante Roma-Inter per il rigore di Lukaku. Il cucchiaio, alludendo a quello di Totti all’Olanda nel 2000, è stato un suggerimento che veniva dall’Italia: “Fategli il cucchiaio all’Olanda!”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa