Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Totti ringrazia Papa Francesco: “Il campione sia testimonial anche nella vita quotidiana”

Le parole dell’ex capitano sul quotidiano Avvenire

“Ho sempre preferito parlare con i fatti ed esprimermi con il pallone. Ci sono però occasioni speciali, come questa, che mi rendono orgoglioso di poter descrivere le mie emozioni, illustrando l’importanza di una pubblicazione che raccoglie i discorsipronunciati da papa Francesco nelle udienze dedicate alle diverse realtà sportive”. A parlare è Francesco Totti, ex capitano della Roma che in una lettera pubblicata su ‘Avvenire’, racconta l’orgoglio per questa investitura da parte di Papa Francesco: “Sono particolarmente onorato del compito che mi è stato attribuito per il Santo Padre, potendo firmare le righe di apertura di un testo che si propone di raggiungere tutto il ‘nostro’ movimento, abbracciandolo idealmente, facendolo sentire il centro nevralgico di un messaggio che è fede, vita e speranza e sa sublimare i valori che ci caratterizzano e di cui cerchiamo di essere fieri testimonial nella nostra attività giornaliera.

“Del resto – racconta Francesco Totti –la religione cristiana è stata sempre importantissima nella mia vita. Ho avuto l’onore di conoscere tre Pontefici.Il mio primo incontro è stato quasi fortuito con Giovanni Paolo II, quando avevo solo sette anni. Papa Francescomi ha accolto una prima volta, pochi mesi dopo la sua elezione e la sua umiltà mi ha messo subito a mio agio trasmettendomi sicurezza e umanità. Poi l’incontro, il 2 settembre 2016, insieme ai giocatori del San Lorenzo prima di una partita con la Roma. Un’emozione indescrivibile. È grazie a questa sua sensibilità nei riguardi dello sport che nasce questa pubblicazione di cui ancora lo ringrazio. Spero possa diventare per tutti coloro che la riceveranno una importante fonte di ispirazione nella vita quotidiana”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News